Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2004 November-December;53(11-12) > Minerva Stomatologica 2004 November-December;53(11-12):661-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2004 November-December;53(11-12):661-8

lingua: Inglese, Italiano

Disordini temporomandibolari e disordini del sonno: quale relazione?

Collesano V., Segù M., Masseroli C., Manni R.


PDF  


Obiettivo. Scopo della ricerca è di verificare se esiste un'associazione statisticamente significativa tra i disordini temporomandibolari (TMD) e l'apnea notturna (obstructive sleep apnea, OSA), in uno studio di tipo caso-controllo, usando il questionario dei disordini del sonno di Douglass e la scala di Epworth per la valutazione dell'eccessiva sonnolenza diurna (excessive daytime sleepiness, EDS).
Metodi. I 2 questionari vengono somministrati a 100 pazienti TMD e a 100 soggetti di controllo scelti in maniera randomizzata dalla popolazione generale e appaiati per sesso ed età. Secondo la scala per le apnee ostruttive notturne del Questionario di Douglass, l'OSA è presente se il totale del punteggio supera il cut-off di 32 per le donne, e 36 per gli uomini. Per l'EDS, il valore >10 è indicativo di EDS. I dati sono analizzati usando il test x2.
Risultati. L'EDS è stata riscontrata in 19 pazienti e in 10 controlli; l'apnea notturna in 6 pazienti e 4 controlli. L'applicazione del test x2 non rivela una correlazione statisticamente significativa né per l'EDS, né per l'OSA con i TMD, ma la prima è più frequente nei soggetti con dolore miofasciale.
Il questionario permette di descrivere i pazienti OSA: essi sono prevalentemente di sesso maschile, fumatori, di età compresa tra 40 e 60 anni, in sovrappeso.
Conclusioni. Nonostante vi sia la tendenza dei pazienti TMD a lamentare una scarsa qualità del sonno, l'OSA e i TMD epidemiologicamente non mostrano la stessa prevalenza di sesso ed età e l'EDS è stata riscontrata in pochi casi.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail