Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2004 September;53(9) > Minerva Stomatologica 2004 September;53(9):507-16

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2004 September;53(9):507-16

Copyright © 2004 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Salute orale in anziani ospedalizzati e non a confronto

Bitetti E., Senna A., Strohmenger L.


PDF  


Obiettivo. Lo scopo del presente studio epidemiologico è di raccogliere informazioni sullo stato di salute orale in pazienti anziani ospedalizzati e non, residenti nella zona di Milano, al fine di valutare la prevalenza delle patologie dento-parodontali e poter effettuare un confronto tra i 2 gruppi.
Metodi. L'iniziativa ha coinvolto 364 pazienti (111 di sesso maschile, 253 di sesso femminile) in età compresa tra 65 e 105 anni, suddivisi in 2 gruppi:
1) il 1° composto da 258 pazienti ospedalizzati;
2) il 2° composto da 106 pazienti non ospedalizzati.
Per l'esecuzione delle visite ci si è avvalsi di specchietti odontoiatrici n 5, sonde odontoiatriche tradizionali, sonde parodontali O.M.S. e una fonte di luce bianca. I parametri epidemiologici utilizzati secondo i criteri O.M.S. sono stati il D.M.F.T. e il C.P.I.T.N. I risultati ottenuti dalle visite odontoiatriche sono stati registrati mediante la Scheda di Valutazione O.M.S.
Risultati. I risultati nei pazienti ospedalizzati sono stati: D.M.F.T. 24,99; C.P.I.T.N. 1,4. I risultati nei pazienti non ospedalizzati sono stati: D.M.F.T. 19,82; C.P.I.T.N. 1,78. Il 42,3% dei pazienti è risultato essere edentulo (49,6% pazienti istituzionalizzati; 28,3% pazienti non istituzionalizzati). Di questa quota il 45% era portatore di protesi.
Conclusioni. Il valore del D.M.F.T. degli anziani ospedalizzati è risultato più elevato di quello degli anziani non ospedalizzati, quindi la carie presenta una prevalenza maggiore nei pazienti ospedalizzati. Osservando i valori del C.P.I.T.N. emerge un dato preoccupante: entrambi i gruppi di pazienti non sono a conoscenza di una corretta tecnica di igiene orale. Quindi i risultati clinici derivanti dal nostro studio mettono in evidenza la necessità di realizzare uno specifico programma di salute orale rivolto agli anziani.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail