Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2004 Luglio-Agosto;53(7-8) > Minerva Stomatologica 2004 Luglio-Agosto;53(7-8):439-48

ULTIMO FASCICOLOMINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2004 Luglio-Agosto;53(7-8):439-48

lingua: Inglese, Italiano

L'esame clinico è valido nella diagnosi della dislocazione discale dell'articolazione temporomandibolare?

Tognini F., Manfredini D., Montagnani G., Bosco M.


PDF  ESTRATTI


Obiettivo. Lo scopo del nostro lavoro era di valutare l'accuratezza e l'affidabilità della valutazione clinica per la diagnosi delle anomalie di posizione del disco nell'articolazione temporomandibolare (ATM) se confrontate con i reperti della risonanza magnetica (RM) assunti come standard di riferimento.
Metodi. I partecipanti allo studio erano 51 pazienti consecutivi con segni e sintomi di disordine temporomandibolare (DTM). In tutte le 102 ATM è stata valutata la presenza di anomalie della posizione discale per mezzo di una valutazione clinica standardizzata, condotta in accordo ai Research Diagnostic Criteria for Temporomandibular Disorders (RDC/ TMD) presso la Cattedra di Protesi Dentaria del Dipartimento di Neuroscienze, e di esame RM condotto in cieco presso la Divisione di Radiologia dell'Università di Pisa. L'accuratezza dell''esame clinico è stata valutata rispetto alla RM.
Risultati. L'esame clinico ha mostrato una buona affidabilità nella valutazione della fisiologica posizione discale (valore predittivo=86,2%) e nella diagnosi di dislocazione discale con riduzione (valore predittivo=70,3%), mentre sembrerebbe meno accurata nel predire la diagnosi RM di dislocazione discale senza riduzione. La concordanza tra l'esame clinico RDC/TMD e la RM per la valutazione della posizione discale è risultata del 77,3%.
Conclusioni. L'esame clinico RDC/TMD si è dimostrato accurato nell'intercettare la fisiologica posizione disco-condilo e la dislocazione discale con riduzione, ma non è affidabile per diagnosticare la dislocazione discale senza riduzione.

inizio pagina