Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2004 March;53(3) > Minerva Stomatologica 2004 March;53(3):101-10

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2004 March;53(3):101-10

lingua: Italiano

Riabilitazione protesica di pazienti edentuli con esiti di stroke

Corsalini M., Grassi R., Di Venere D., Carella M., Caprio S., Covelli M.


PDF  


Obiettivo. L'ictus attualmente nel mondo la 3° causa di morte dopo gli accidenti cardiovascolari e le neoplasie; in Italia si verificano ogni anno circa 100000 nuovi casi all'anno, 2/3 dei quali sono letali o comportano gravi menomazioni. La maggior parte dei pazienti che sopravvive è anziano e il 70% circa è portatore di protesi rimovibile totale. Lo scopo di questo lavoro è indagare le condizioni della riabilitazione protesica rimovibile di questi pazienti dopo l'ictus.
Metodi. I pazienti portatori di protesi rimovibile che avevano subito un ictus sono stati sottoposti a visita odontoiatrica, dopo selezione su un vasto campione di pazienti seguiti dall'ambulatorio per il monitoraggio dei disturbi neurologici vascolari dell'U.O. di Neurologia dell'Azienda Ospedaliera Policlinico di Bari.
Risultati. È stato osservato che nell'85,7% dei casi le protesi erano inefficienti e, nel 50% dei casi, erano da sostituire; nel 64,3% dei pazienti l'igiene orale era insufficiente; inoltre il 50% dei pazienti non eseguiva controlli odontoiatrici da almeno 5 anni. Il 93% dei pazienti non aveva eseguito controlli dopo l'ictus.
Conclusioni. Anche se l'analisi dello status orodentale è stata condotta su un campione limitato di pazienti, va sottolineato come questa categoria di pazienti necessiti di maggiore motivazione e sollecitazione nel sottoporsi a controlli odontoiatrici; il ruolo dell'odontoiatra è, inoltre, importante anche nel recupero funzionale dagli esiti, in quanto può collaborare attivamente nella risoluzione di una grave complicanza quale la disfagia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail