Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2003 Maggio;52(5) > Minerva Stomatologica 2003 Maggio;52(5):231-40

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale

Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0926-4970

Online ISSN 1827-174X

 

Minerva Stomatologica 2003 Maggio;52(5):231-40

 ARTICOLI ORIGINALI

Approccio di spettro per la valutazione dei sintomi maniaco-depressivi in pazienti con disordini temporomandibolari

Manfredini D., Bandettini di Poggio A, Romagnoli M., Dell'Osso L., Bosco M.

Obiettivo. I disordini temporomandibolari (DTM) sono un gruppo eterogeneo di patologie per le quali è stata dimostrata un'associazione con sintomi depressivi, ma la possibile esistenza di più complesse forme psicopatologiche di tipo maniaco-depressivo nei pazienti con DTM non è mai stata indagata. Il duplice obiettivo di questo lavoro era quello di valutare l'affidabilità di un innovativo modello di spettro per la valutazione della psicopatologia nell'intercettamento dei sintomi depressivi in pazienti con DTM e di fornire dati pilota sulla presenza di sintomi maniacali in pazienti con DTM.
Metodi. Novantuno pazienti consecutivi con DTM (72 di sesso femminile, 19 di sesso maschile; età media 26,3) e 26 soggetti DTM-free (21 di sesso femminile, 5 di sesso maschile; età media 24) hanno compilato un questionario validato per la valutazione dello spettro dell'umore (MOODS-SR). Per ciascun paziente è stato calcolato l'Indice Clinico Disfunzionale di Helkimo (CDI). L'analisi della varianza (ANOVA) ed il test di Bonferroni per confronti multipli sono stati impiegati per comparare i punteggi medi al MOODS-SR dei gruppi identificati come «DTM-free» (CDI=0), «lievi disfunzionali» (CDI=1), «moderati o severi disfunzionali» (CDI=„2).
Risultati. I punteggi totali nei domini per la valutazione dei sintomi depressivi erano significativamente più elevati nei moderati o severi disfunzionali rispetto sia ai DTM-free (mean difference 8,87±3,15; p=0,017) che ai lievi disfunzionali (m.d. 9,41±2,62; p=0,001). Per quanto riguarda i sintomi maniacali, le differenze tra i gruppi non sono risultate significative (F=1,299; p=0,277).
Conclusioni. In conclusione, i nostri risultati supportano la capacità del questionario MOODS-SR di intercettare i sintomi depressivi associati a patologie temporomandibolari. L'ipotesi che i sintomi depressivi presenti in pazienti con DTM possano essere espressione di una più complessa sindrome maniaco-depressiva deve essere respinta, poiché non è stata rivelata alcuna differenza tra pazienti con DTM e soggetti DTM-free per la presenza di sintomi maniacali.

lingua: Inglese, Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina