Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2002 May;51(5) > Minerva Stomatologica 2002 May;51(5):225-30

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

NOTE DI TECNICA  


Minerva Stomatologica 2002 May;51(5):225-30

lingua: Italiano

Valutazione dell'affidabilità clinica dei perni di terza generazione

Lai V., Lugliè P. F., Chessa G.


PDF  


Obiettivo. L'utilizzo dei perni in fibra di carbonio ha permesso il recupero morfo-funzionale dei denti trattati endodonticamente con un assemblaggio di materiali dal modulo di elasticità analogo a quello della dentina. In questo lavoro si è voluto valutare clinicamente la percentuale di sopravvivenza degli elementi dentali trattati e ricostruiti con perni endocanalari in fibra di carbonio.
Metodi. A tal fine sono stati selezionati, presso la Clinica Odontoiatrica dell'Università di Sassari, 60 elementi dentari di 46 soggetti. I denti, trattati endodonticamente da almeno sei mesi con successo, sono stati classificati in base a parametri tratti dalla letteratura internazionale, e ricostruiti utilizzando i perni in fibra di carbonio Tech 2000 e i sistemi adesivi e resinosi consigliati dalla Casa Produttrice dei perni.
Risultati. Nel 98,4% dei casi non si sono avuti insuccessi; il 49% dei campioni era rappresentato da elementi monoradicolati; il 37,4% dei perni aveva un diametro di 1,2 mm; nel 78,3% il contatto antagonista era con un elemento naturale; il 100% degli elementi presentava una struttura dentale di tipo A.
Conclusioni. I perni di III generazione sono una valida alternativa ai perni metallici, con un miglioramento della prognosi degli elementi trattati. I perni in fibra di carbonio solidarizzati mediante il composito, formano un monoblocco con l'elemento dentale, migliorando i risultati a medio termine. La metodica oltre che essere di semplice utilizzo clinico, è realizzabile in un'unica seduta ed ha ottenuto ad oggi risultati clinici incoraggianti come conferma questo studio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail