Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 2001 November-December;50(11-12) > Minerva Stomatologica 2001 November-December;50(11-12):381-90

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 2001 November-December;50(11-12):381-90

lingua: Italiano

Le catenelle elastiche in ortognatodonzia. Valutazione in vitro di dieci proposte

Grassi V., Merlati G., Menghini P.


PDF  


Obiettivo. Scopo della nostra ricerca è stato verificare e confrontare il comportamento di dieci tipi di catenelle elastiche ad utilizzo ortognatodontico, riproducendo in vitro le condizioni cliniche che si riscontrano nella terapia della distalizzazione del canino.
Metodi. Abbiamo ideato e realizzato un dispositivo originale di simulazione ed un sistema di misurazione. Il dispositivo di simulazione consentiva di attivare le catenelle del 100% della lunghezza iniziale e poi di ridurne l'allungamento nel tempo, come si riscontra nell'attività clinica; contemporaneamente, tale dispositivo, era in grado di essere sottoposto a diversi protocolli di termociclaggio. Il sistema di misura era costituito da un secondo dispositivo costruito su una bilancia tarata adatta a quantificare il ritorno elastico espresso dalle catenelle. Tale determinazione è stata effettuata al momento della prima attivazione, dopo 24 ore, al VII, XIV e XXI giorno.
Risultati. Abbiamo rilevato che le catenelle elastiche perdono il 50-70% della forza di attivazione durante il primo giorno; successivamente la forza espressa si mantiene quasi costante ed induce lo spostamento del dente, questo avviene in entità tale da rendere inefficace allo scopo la forza dei moduli elastici nell'arco di 3-4 settimane, quando essa risulta ridotta al 20-40% del valore corrispondente all'attivazione iniziale.
Conclusioni. Le catenelle testate forniscono forze continue sufficienti al movimento dentale per un periodo massimo di 3-4 settimane oltre il quale devono essere sostituite in quanto il movimento indotto ne annulla l'efficacia. All'analisi comparativa abbiamo riscontrato che i moduli «trasparenti» generano e mantengono una forza elastica maggiore rispetto a quelli «grigi» e, le tipologie ''Short'' e ''X-Short'' hanno comportamento equivalente tra loro e generano forze molto più elevate rispetto alla foggia ''Long''.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail