Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 1999 September;48(9) > Minerva Stomatologica 1999 September;48(9):361-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 1999 September;48(9):361-6

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Variables affecting salivary Streptococcus mutans counts in a cohort of 12-year-old subjects

Petti S., Bossa M. C., Tarsitani G., Falcolini G., Lumbau A., Campus G.


PDF  


Obiettivo. Molteplici fattori quali lo spazzolamento, la dieta, il potere acidogeno dei vari stipiti di Streptococcus mutans e il sito della lesione cariosa sono in grado di modificare il numero di colonie di Streptococchi salivari. In questa ricerca sono stati valutati gli effetti di alcune variabili comportamentali, cliniche e microbiologiche sul numero di colonie salivari di Streptococcus mutans in un gruppo di 12 anni.
Metodi. Sono stati esaminati 40 soggetti da due operatori calibrati (G.C., A.L.). Sono state registrate sia il numero di superfici cariate o otturate occlusali e lisce, sia il numero di sestanti sanguinanti (indice clinico di igiene orale). Il prelievo salivare è stato effettuato con un'abbassalingua e quindi seminato su mitis salivarius agar con bacitracina e 20% di saccarosio. Sono state contate le colonie di Streptococcus mutans la loro concentrazione espressa logaritmicamente. Isolato un ceppo di Streptococcus mutans per soggetto, è stato individuato come potenziale cariogeno il valore minimo del pH registrato, durante le 5 ore di incubazione, in una soluzione al 5% di saccarosio. Un questionario riguardante la frequenza di spazzolamento, il consumo di cibi e bevande dolci, l'età di inizio delle manovre di spazzolamento è stato completato dai genitori dei pazienti. L'effetto delle variabili registrate sul numero di colonie di Streptococcus mutans espresso logaritmicamente è stato stimato con la regressione multipla.
Risultati. Le variabili più significative sono risultate il potenziale cariogeno (b=-1.335, p=0.00001, R2 incremento=0,312), superfici cariate lisce (b=-0,456, p=0,009, R2 incremento=0,114) e sestanti sanguinanti (b=-0,113, p=0,004, R2 incremento=0,062), mentre il potere delle superfici otturate era solo marginalmente significativo (p=0,08).
Conclusioni. Sulla base dei risultati ottenuti, si potrebbe suggerire che l'acidogenicità non è solo un fattore cariogeno, ma anche un fattore in grado di promuovere la colonizzazione dei siti orali da parte dello Streptococcus mutans, specialmente in soggetti con un consumo elevato di zuccheri.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail