Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 1999 July-August;48(7-8) > Minerva Stomatologica 1999 July-August;48(7-8):297-306

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 1999 July-August;48(7-8):297-306

lingua: Inglese, Italiano

L'adesione dei compositi della dentina: sistemi adesivi monocomponenti. Osservazioni al SEM

La Torre G., Marigo L., Boari A.


PDF  


Obiettivo. In uno studio in vitro gli Autori valutano le caratteristiche qualitative delle superfici di alcuni adesivi smalto-dentinali.
Metodi. Sono stati osservati prima allo stereomicro-scopio ed in seguito al microscopio elettronico a scansione sette differenti sistemi adesivi con la seguente modalità: 49 elementi dentari estratti sono stati sottoposti ad usura, in modo da esporre una superficie uniforme di dentina. Dopo l'applicazione del sistema adesivo, si è proceduto alla compattazione di un composito, conferendogli una forma di piramide tronca a base circolare. Al termine del test di trazione, i campioni sono stati osservati al SEM per esaminare a quale livello fosse avvenuto il distacco del composito dalla dentina e per visualizzare se fosse avvenuta la formazione dello strato ibrido.
Risultati. L'osservazione al SEM evidenzia che nei campioni si sono verificate fratture adesive, coesive e miste. L'osservazione al SEM è stata effettuata anche sulla superficie dentinale usurata prima e dopo trattamento con mordenzante. I sistemi adesivi smalto-dentinali di ultima generazione si avvalgono di una tecnica di aggressione alla dentina mediante acidi forti che demineralizzano la dentina superficiale tanto a livello degli imbocchi tubulari, quanto in prossimità degli stessi: total etching technique. Si realizza uno strato di integrazione costituito da dentina demineralizzata infarcita di resina fluida: il cosiddetto «strato ibrido».
Conclusioni. Nella nostra osservazione abbiamo verificato che non è determinante la lunghezza degli zaffi di adesivo, bensì appare più importante che la formazione dello strato ibrido mostri un'interazione di tipo tridimensionale fra le fibre collagene condizionate ed il primer deputato a veicolare l'adesivo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail