Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 1999 Maggio;48(5) > Minerva Stomatologica 1999 Maggio;48(5):217-26

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Stomatologica 1999 Maggio;48(5):217-26

lingua: Italiano

Eritema multiforme (Un fenotipo patologico eterogeneo)

Carrozzo M., Togliatto M., Gandolfo S.


PDF  


Il termine eritema multiforme (EM) designa attualmente una sindrome comprendente un vasto spettro di espressioni cliniche da semplici lesioni erosive orali (EM orale), a manifestazioni mucocutanee (EM Minor) talvolta così diffuse ed imponenti (EM Major [sindrome di Stevens-Johnson, SJS] e necrolisi epidermica tossica [TEN]), da risultare spesso letali. Tuttavia questa classificazione non è standardizzata e le differenze tra i vari quadri clinici sono spesso sfumate. Benché un gran numero di fattori siano stati ritenuti in grado di indurre l'EM, l'herpes simplex virus è ritenuto responsabile della maggior parte dei casi minor mentre l'80% dei casi di SJS e TEN sono causati dall'introduzione di farmaci sistemici, in particolare anticonvulsivanti, sulfonamidi, antinfiammatori non steroidei ed antibiotici. Molti casi di EM orale sembrano essere idiopatici, ma pochi sono gli studi sull'argomento. La diagnosi di EM è sovente un processo di esclusione visto che né il quadro clinico, né quello istopatologico ed immunofluorescente sono caratteristici. Il trattamento prevede l'utilizzo di farmaci antivirali nell'EM minor, specie se ricorrente, e di farmaci immunosoppressori (in particolare cortisonici sistemici) nella SJS, mentre nella TEN è soprattutto una terapia di supporto, spesso di competenza di reparti attrezzati per la gestione degli ustionati. Per quanto riguarda l'EM orale, sia gli steroidi topici, sia quelli sistemici sono generalmente efficaci.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail