Home > Riviste > Minerva Stomatologica > Fascicoli precedenti > Minerva Stomatologica 1999 March;48(3) > Minerva Stomatologica 1999 March;48(3):45-62

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA STOMATOLOGICA

Rivista di Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale


Official Journal of the Italian Society of Odontostomatology and Maxillofacial Surgery
Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, Index to Dental Literature, PubMed/MEDLINE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Stomatologica 1999 March;48(3):45-62

Copyright © 1999 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese, Italiano

Induzione e trattamento farmacologico dell’osteopenia orale nel ratto

Zaffe D., Paganelli C., Cocchi D.


PDF  


Obiettivo. L'osteoporosi, per l'elevato costo sociale dovuto alle fratture di cui è causa, rappresenta probabilmente il maggior problema di salute pubblica. La perdita di osso orale ha, in più, un'enorme importanza sulla qualità di vita dei pazienti, essendo presente in modo più o meno accentuato nel 90% degli individui anziani. Lo scopo di questo lavoro è stato quello di predisporre un modello animale di osteoporosi in cui valutare la perdita di osso orale e la sua possibile prevenzione tramite trattamento farmacologico.
Metodi. Ratti adulti Sprague-Dawley, dopo gonadectomia, vennero trattati con clodronato (maschi), con estrogeni (femmine), o con il solo veicolo per due mesi. Dopo fissaggio e inclusione in metacrilato delle ossa mandibolare e mascellare, le microradiografie delle sezioni seriate furono analizzate istomorfometricamente tramite Zeiss VIDAS.
Risultati. In entrambi i sessi, la quantità di osso compatto e spugnoso non variava significativamente nelle mandibole dei ratti gonadectomizzati, trattati farmacologicamente o meno, rispetto ai controlli. Solo il mascellare delle femmine ovariectomizzate presentava una porosità superiore, non diminuita dal trattamento con estrogeni.
Conclusioni. Questi risultati indicano che, contrariamente all'uomo, l'induzione di osteopenia sistemica mediante gonadectomia, a causa delle elevate sollecitazioni meccaniche gravanti sulle ossa del cavo orale, non è sufficiente a produrre nel ratto una consistente perdita di osso orale ma ad essa occorre associare un adeguato scarico meccanico della mandibola o del mascellare.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail