Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2013 December;54(4) > Minerva Psichiatrica 2013 December;54(4):317-28

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  ADHD: LA SINDROME DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITÀ: DALL’INFANZIA ALL’ETÀ ADULTA


Minerva Psichiatrica 2013 December;54(4):317-28

Copyright © 2014 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Disturbi di personalità in adulti con disturbo da deficit di attenzione e iperattività

Ramos-Quiroga J. A. 1, 2, 3, Vidal R. 1, 2, 3, Prats L. 1, 3, Casas M. 1, 2, 3

1 Service of Psychiatry Vall d’Hebron University Hospital, CIBERSAM Universitat Autonoma of Barcelona Barcelona, Spain; 2 Department of Psychiatry and Legal Medicine Universitat Autònoma of Barcelona, Barcelona, Spain; 3 Psychiatry, Mental Health and Addiction Group Vall d’Hebron Institut de Recerca Vall d’Hebron University Hospital Barcelona, Spain


PDF  


Obiettivo del presente articolo è stato quello di passare in rassegna la relazione esistente tra il disturbo da deficit di attenzione e iperattività (attention deficit hyperactivity disorder, ADHD) e i disturbi di personalità (DP) in soggetti adulti. Diverse ricerche hanno esaminato l’ADHD e i normali tratti di personalità, mostrando come i pazienti con ADHD presentino tratti fortemente associati a deficit nell’inibizione della risposta e nel sistema di ricompensa, come una bassa auto-direzionalità, persistenza (modello di Cloninger), bassa coscienziosità (modello dei Big Five), elevato nevroticismo ed elevata attività (approccio di Zuckerman). La ricerca di sensazioni forti è più associata al disturbo di personalità antisociale che ai sintomi dell’ADHD. Per quanto concerne l’associazione con i disturbi di personalità, l’ADHD è fortemente interconnesso con i disturbi di personalità del gruppo B. In concreto, l’ADHD condivide alcune caratteristiche con il disturbo borderline di personalità (difficoltà nella regolazione emotiva o instabilità interpersonale) e il disturbo di personalità antisociale (impulsività e difficoltà nel mantenere obiettivi a lungo termine). Il sottotipo iperattivo presenta più comorbilità con il disturbo narcisistico di personalità mentre il sottotipo disattento presenta livelli più elevati di disturbi di personalità del gruppo C. Ricerche longitudinali suggeriscono che la presenza di ADHD durante l’infanzia può predisporre allo sviluppo di DP in età più avanzata. L’ADHD si è dimostrato essere un disturbo eterogeneo in relazione ai tratti di personalità; inoltre, sono state osservate diverse caratteristiche di personalità tra i sottotipi di ADHD.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail