Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2013 Dicembre;54(4) > Minerva Psichiatrica 2013 Dicembre;54(4):281-95

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus


eTOC

 

  ADHD: LA SINDROME DA DEFICIT DI ATTENZIONE E IPERATTIVITÀ: DALL’INFANZIA ALL’ETÀ ADULTA


Minerva Psichiatrica 2013 Dicembre;54(4):281-95

lingua: Inglese

Disturbo da deficit di attenzione e iperattività e abuso di sostanze. Una review

Dalsgaard S. 1, 2, 3, Madsen A. G. 4, Bikic A. 5, 6

1 National Centre for Register-based Research School of Business and Social Sciences, Department of Economics and Business Aarhus University, Aarhus, Denmark;
2 The Lundbeck Foundation Initiative for Integrative Psychiatric Research, iPSYCH Aarhus and Copenhagen, Denmark;
3 Department for Child and Adolescent Psychiatry Hospital of Telemark, Telemark, Norway;
4 Hå Health Center, General Practice Nærbø, Norway;
5 Department of Child and Adolescent Mental Health Aabenraa The Psychiatric Hospital in the Region of Southern Denmark Aabenraa, Denmark;
6 University of Southern Denmark Odense, Denmark


PDF  ESTRATTI


Il presente articolo offre una panoramica storica degli studi sui problemi di salute mentale e sul disturbo da uso di sostanze (DUS), oltre alla neurobiologia ed etiologia del disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD) e del DUS. Inoltre, passiamo in rassegna la letteratura relativa alle associazioni tra ADHD e DUS, l’associazione tra trattamento stimolante in pazienti con ADHD e rischio di DUS e le linee guida per la valutazione clinica e il trattamento degli adolescenti con ADHD e DUS in comorbilità. Esiste una notevole evidenza che suggerisce come i pazienti con ADHD siano a maggiore rischio di DUS e che i problemi di condotta in comorbilità siano forti fattori predittivi del DUS, ma non siano responsabili dell’intero rischio associato tra ADHD e DUS. Si ritiene che la dopamina sia uno dei neurotrasmettitori chiave coinvolti nella fisiopatologia di ADHD e DUS. Il trasportatore della dopamina è il principale target del metilfenidato e i circuiti cerebrali modulati dalla dopamina sono coinvolti nello sviluppo della dipendenza. Il metilfenidato è il trattamento farmacologico più utilizzato per l’ADHD e sebbene questo farmaco prescritto possa essere abusato, esso sembra in realtà abbassare il rischio di DUS nei pazienti con ADHD, piuttosto che aumentare il rischio. Pochi studi hanno esaminato il rischio di DUS in soggetti di sesso femminile con ADHD e alcuni di essi suggeriscono un rischio di DUS più elevato rispetto ai soggetti di sesso maschile con ADHD. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche su tali differenze di genere prima di poter trarre conclusioni univoche.

inizio pagina