Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2013 Settembre;54(3) > Minerva Psichiatrica 2013 Settembre;54(3):185-95

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  PSICHIATRIA CLINICA


Minerva Psichiatrica 2013 Settembre;54(3):185-95

lingua: Inglese

Inibitori delle monoamino ossidasi associati alla tianeptina per il trattamento del disturbo depressivo maggiore

Tobe E. H. 1, 2

1 Department of Psychiatry Cooper Medical School of Rowan University Camden, NJ, USA;
2 Department of Psychiatry Rowan University School of Osteopathic Medicine, Stratford, NJ, USA


PDF  


Il disturbo depressivo maggiore (DDM) è una patologia invalidante, che può essere difficile da trattare e nella quale può essere arduo raggiungere una risposta, un 50% di riduzione del punteggio utilizzando una misura ben convalidata come la scala di valutazione della depressione di Hamilton a 17 elementi (HDRS-17) oppure preferibilmente la remissione, asintomatica o con un punteggio HDRS ≤7. Il DDM è un disturbo cerebrale organico e non omogeneo che compromette la morfologia cellulare e tissutale. La diversità eziologica di tale patologia rende difficile stabilire un marcatore biologico che offra selettività, specificità e prevedibilità. Gli ostacoli alla ricerca e al trattamento del DDM includono la sottovalutazione medica e comune della malattia, il linguaggio diagnostico che confonde il significato comune rispetto a quello medico e il sovrapporsi dei diversi segni e sintomi con quelli di altre patologie neuropsichiatriche. Il DDM è complicato dalla ricorrenza e dall’invalidità. Il trattamento del DDM può includere gli inibitori delle monoamino ossidasi (IMAO) o la tianeptina. Non esistono interazioni avverse note tra tali medicinali. Studi di casi dimostrano che la terapia combinata con IMAO e tianeptina può essere utile nel raggiungimento di una sicura remissione in pazienti che soffrono di DDM resistente al trattamento.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail