Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2013 June;54(2) > Minerva Psichiatrica 2013 June;54(2):149-64

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  CONTROVERSIE IN PSICHIATRIA NEL 2013


Minerva Psichiatrica 2013 June;54(2):149-64

lingua: Inglese

Psichiatria e religione: valori, dati di ricerca e professionalità

Verhagen P. J. 1, 2

1 Personality Disorders Programme, Outpatient Clinic, GGZ Centraal, Harderwijk, The Netherlands;
2 Chair World Psychiatric Association Section on Religion, Spirituality and Psychiatry


PDF  


La presente review esamina l’argomento dibattuto di “psichiatria e religione” ed è basata su tre presupposti: 1) il benessere religioso o spirituale è un aspetto importante nella salute delle persone; 2) l’evidenza empirica rivela una relazione ampiamente positiva tra religiosità/spiritualità e diversi indici di salute; 3) gli psichiatri dovrebbero sempre rispettare e mostrare sensibilità verso le pratiche e i credo spirituali/religiosi dei loro pazienti senza utilizzare la propria posizione professionale per fare proselitismo o minare la fede. Seguiremo un approccio tematico basato sulla recente letteratura scientifica. Nella prima parte esploreremo l’impatto della modernizzazione sulla religione e sulla cultura nel mondo occidentale. Nella seconda parte valuteremo il significato della ricerca empirica condotta per esaminare la relazione tra religione (o spiritualità) e salute mentale. Nella terza parte discuteremo dell’atteggiamento, della pratica professionale e della consapevolezza degli psichiatri. Scopriremo che: 1) l’indagine europea e l’indagine mondiale sui valori sono estremamente utili per comprendere cosa sta accadendo alla religione e per comprendere quello che è chiamato il contesto esistenziale-psicoculturale nel quale vivono le persone occidentali; 2) mediante una meta-analisi rappresentativa mostreremo i diversi risultati e le difficoltà, evidenziando le insidie e le possibili soluzioni; 3) la raccolta dell’anamnesi spirituale sarà utilizzata per illustrare le discussioni a volte accese al fine di trovare una via oltre l’antiquato pensiero basato sui confini (boundary thinking). Per concludere, gli psichiatri devono mettere da parte la loro diffidenza e rendersi conto includere l’aspetto religioso e spirituale nella cura dei loro pazienti è parte integrante della pratica professionale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail