Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2013 June;54(2) > Minerva Psichiatrica 2013 June;54(2):129-35

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  CONTROVERSIE IN PSICHIATRIA NEL 2013


Minerva Psichiatrica 2013 June;54(2):129-35

lingua: Inglese

Problemi psichiatrici nei detenuti: screening, diagnosi, trattamento e prevenzione

Opitz-Welke A., Konrad N.

Justizvollzugskrankenhaus Berlin Abteilung für Psychiatrie und Psychotherapie Berlin, Germany


PDF  


La psichiatria carceraria fornisce assistenza psichiatrica a soggetti che spesso mostrano un‘elevata prevalenza di gravi disturbi mentali, abusi di sostanze e disturbi della personalità. Inoltre, un gran numero di tali soggetti non è mai venuto in contatto con uno psichiatra prima della detenzione. Obiettivo del presente articolo è stato quello di offrire un quadro delle particolari sfide del lavoro psichiatrico negli istituti di pena. Lo stato delle conoscenze nella psichiatria carceraria è stato descritto utilizzando l‘attuale letteratura e l‘esperienza clinica. Il suicidio è la causa principale di morte in carcere, mentre il comportamento autolesivo e i tentativi di suicidio sono diffusi. L‘assistenza psichiatrica negli istituti di pena dovrebbe fornire una qualità di assistenza pari a quella disponibile in ambito comunitario. Tuttavia, tale principio di „equivalenza“ è a volte difficile da applicare. Gli psichiatri che lavorano negli istituti di pena devono cercare di offrire un trattamento psichiatrico senza essere coinvolti nelle decisioni correttive. I detenuti mostrano un‘elevata prevalenza di disturbi mentali. Qualsiasi detenuto che soffra di un grave disturbo mentale deve ricevere un‘adeguata assistenza psichiatrica. I servizi terapeutici dovrebbero essere organizzati secondo le necessità dei detenuti affetti da gravi disturbi mentali. Ciò deve includere l‘assistenza psichiatrica sul posto e quella ambulatoriale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail