Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2010 September;51(3) > Minerva Psichiatrica 2010 September;51(3):217-29

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

EATING DISORDERS 2010  


Minerva Psichiatrica 2010 September;51(3):217-29

lingua: Inglese

La terapia cognitivo-comportamentale e la gestione clinica non specifica di supporto negli individui affetti da anoressia nervosa di vecchia data

McCann E. 1, McCormick L. 2, Bowers W. 2, Hoffman V. 3

1 Department of Psychology, University of Iowa, Iowa City, IA, USA;
2 Department of Psychiatry, University of Iowa, Carver College of Medicine, Iowa City, IA, USA;
3 Department of Internal Medicine, University of Iowa Carver College of Medicine, Iowa City, IA, USA


PDF  


L’anoressia nervosa (anorexia nervosa, AN) è una patologia psichiatrica severa che colpisce primariamente un crescente numero di ragazze adolescenti e di giovani donne, la cui eziologia non è ben compresa. Approssimativamente la metà degli individui trattati per AN non vengono mai ricoverati e circa il 20% rimane cronicamente malato. Per coloro che, infine, guariscono, spesso ci vogliono 5-7 anni affinché ciò avvenga. Mentre si comincia a comprendere ad alcuni livelli la patofisiologia di base della maggior parte dei disordini psichiatrici, relativamente poco si conosce riguardo la causa dell’anoressia nervosa o di come trattare nella maniera migliore questo devastante disordine. Gli obbiettivi di questo articolo sono: 1) descrivere cosa conosciamo riguardo la natura e il decorso della AN; 2) passare in rassegna la letteratura della terapia cognitivo-comportamentale e della gestione clinica non specifica come metodo perseguibile di trattamento della AN; 3) richiamare l’attenzione sul fatto che siano necessari maggiori studi per migliorare la prognosi delle persone sofferenti dell’anoressia sia acuta che di vecchia data. Verranno discussi i problemi metodologici nella progettazione sperimentale e nell’implementazione per ottenere migliori trattamenti per la AN di vecchia data così come le indicazioni future della ricerca a riguardo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail