Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2010 Settembre;51(3) > Minerva Psichiatrica 2010 Settembre;51(3):191-206

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia

Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0374-9320

Online ISSN 1827-1731

 

Minerva Psichiatrica 2010 Settembre;51(3):191-206

 EATING DISORDERS 2010

Trattamento dei disturbi dell’alimentazione: prospettive future

Cardi V., Treasure J.

1 King’s College London, Institute of Psychiatry, Department of Academic Psychiatry, London, UK;
2 Department of Neuroscience and Imaging, Institute of Advanced Biomedical Technologies, University “G. D’Annunzio” Chieti-Pescara, Italy

Obiettivo. Lo scopo di questo lavoro è stato presentare una rassegna dei trattamenti attuali disponibili per i disturbi dell’alimentazione.
Metodi. Abbiamo passato in rassegna i trial di alta qualità basati su prove evidenti pubblicati nella Cochrane Library per l’anoressia nervosa, la bulimia nervosa, i disturbi dell’alimentazione non altrimenti specificati e i disturbi alimentari da alimentazione incontrollata.
Risultati. La terapia cognitivo-comportamentale è il gold standard per il trattamento della bulimia nervosa e dei disturbi dell’alimentazione da alimentazione incontrollata. I trattamenti attuali disponibili per l’anoressia nervosa appaiono inadeguati. Coinvolgere le famiglie nel trattamento è importante per i soggetti giovani.
Conclusioni. I nuovi approcci di indirizzamento nella nutrizione, lo stile cognitivo e le relazioni interpersonali mostrano promettenti scoperte nel trattamento di queste patologie, pericolose per la qualità della vita dei pazienti.

lingua: Inglese


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina