Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2007 December;48(4) > Minerva Psichiatrica 2007 December;48(4):373-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Psichiatrica 2007 December;48(4):373-8

lingua: Inglese

Aspetti psicologici nella diagnosi prenatale della cardiopatia fetale

Montis S., Secchi G., Mura S., Atzeni C., Portas E., Congiu M., Pisanu S., Tumbarello R.

Division of Pediatric Cardiology G. Brotzu Hospital Cagliari, Italy


PDF  


Obiettivo. L’obiettivo del nostro studio è quello di analizzare lo stato emotivo delle future madri e padri quando al loro bambino viene diagnosticata una cardiopatia congenita.
Metodi. Dal 2004 al 2006 sono stati diagnosticati 48 casi di cardiopatia congenita prenatale. Trentacinque coppie che hanno deciso di portare a termine la gravidanza sono state sottoposte all’Impact Event Scale (IES-R) e al Semantic Differential (SD) test. Il test t di Student è stato utilizzato per eseguire l’analisi statistica.
Risultati. L’analisi del test IES-R ha evidenziato che le madri tendono a vivere uno stress psicologico caratterizzato dal pensiero ricorrente della diagnosi e da una condizione di tensione permanente (P<0,05), mentre i padri tendono ad evitare maggiormente i pensieri e le situazioni che possono ricordare loro la diagnosi (P<0,05). L’analisi SD ha evidenziato che le madri percepiscono il loro ruolo come genitore con insicurezza ed ansia (P<0,05) e pensano che il loro bambino sarà più timido, più timoroso, più triste e meno indipendente rispetto a quanto pensano i padri (P<0,05).
Conclusioni. L’impatto psicologico della diagnosi prenatale di cardiopatia congenita è più profondo nelle madri rispetto ai padri. Entrambi i genitori necessitano di supporto medico e psicologico: le madri hanno bisogno di essere incoraggiate ad uscire dall’impasse che le blocca da quando sono giunte a conoscenza della diagnosi, i padri hanno bisogno di essere aiutati a confrontarsi con la diagnosi, evitando di utilizzare meccanismi di fuga.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail