Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2007 Settembre;48(3) > Minerva Psichiatrica 2007 Settembre;48(3):297-312

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  DISTURBI DEL SONNO


Minerva Psichiatrica 2007 Settembre;48(3):297-312

lingua: Italiano

I disturbi motori e comportamentali durante il sonno negli adulti

Zucconi M.

Centro di Medicina del Sonno Dipartimento di Neurologia Ospedale San Raffaele Università Vita-Salute San Raffaele, Milano


PDF  


I disturbi motori e comportamentali durante il sonno appartengono, secondo la nuova classificazione dei disturbi del sonno (International Classification of Sleep Disorders, ICSD-2), sia al capitolo delle parasonnie che a quello dei disturbi del movimento associati al sonno. Inoltre, alcuni di questi fenomeni, più rari e di minore impatto sul sonno notturno, sono raggruppati in una categoria specifica come fenomeni isolati, apparentemente varianti parafisiologiche o in attesa di essere meglio compresi dal punto di vista nosologico. Fra le parasonnie del sonno REM quella più frequente è il disturbo comportamentale del sonno REM, mentre le parasonnie non REM (disturbi dell’arousal) sono più rappresentati in età pediatrica e adolescenziale. Fra i disturbi del movimento associati al sonno, oltre alla sindrome delle gambe senza riposo, nell’adulto abbiamo il disturbo da movimenti periodici agli arti in sonno, entità nosologica non ancora precisamente e clinicamente definita, il bruxismo, i crampi notturni agli arti inferiori, e i movimenti ritmici (più frequenti nel bambino). Inoltre, fra le altre parasonnie, sia i disturbi dell’alimentazione notturna che il lamento espiratorio (groaning) sono fenomeni che spesso determinano conseguenze sia sul sonno notturno (frammentazione e superficializzazione) che sulla vigilanza o qualità di vita diurna da non sottovalutare. Infine, fra i fenomeni isolati e le varianti parafisiologiche è interessante il mioclono propriospinale, una particolare forma di disturbo del movimento che interessa la veglia pre-sonno, ma può determinare importanti e invalidanti conseguenze sul sonno notturno.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail