Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2007 June;48(2) > Minerva Psichiatrica 2007 June;48(2):211-23

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Psichiatrica 2007 June;48(2):211-23

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

Depressione in menopausa: strategie terapeutiche

Zanardi R., Malaguti A., Rossini D., Magri L.

Dipartimento di Psichiatria Università degli Studi Vita-Salute San Raffaele, Milano


PDF  


Durante l’ingresso in menopausa si manifestano alcuni sintomi fisici e psicologici che possono causare alla donna differenti livelli di disagio. I sintomi a carico dell’umore possono essere leggeri o contribuire a configurare un quadro depressivo clinicamente rilevante. Questa situazione si verifica con maggiore probabilità in soggetti con anamnesi di disturbi dell’umore. A seconda dei casi, la sintomatologia può essere trattata con i farmaci antidepressivi, con la terapia estrogenica o estroprogestinica, con la nuova classe dei modulatori selettivi dei recettori per gli estrogeni o con i fitoestrogeni. La diminuzione dei livelli di estrogeni, infatti, può essere una causa importante nel generare o aggravare il quadro depressivo, vista anche la nota interazione tra estrogeni, sistema serotoninergico e altri sistemi neurotrasmettitoriali. Per questo motivo, anche la risposta ai farmaci antidepressivi può risultare ridotta. Diversi studi hanno indagato l’efficacia delle terapie antidepressive, estrogeniche, e le loro combinazioni. In particolare, negli ultimi anni sono stati utilizzati, soprattutto nella pratica clinica, gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina. In questa review sono stati descritti i dati di letteratura finora disponibili per ciascuna di queste terapie. In particolare, sono stati considerati i limiti metodologici di alcuni studi (definizione di menopausa, criteri di inclusione, accuratezza della diagnosi, numerosità del campione) e i risultati terapeutici di maggiore rilievo.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail