Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2007 Giugno;48(2) > Minerva Psichiatrica 2007 Giugno;48(2):155-67

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia

Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0374-9320

Online ISSN 1827-1731

 

Minerva Psichiatrica 2007 Giugno;48(2):155-67

 ARTICOLI ORIGINALI

La personalità anoressica. Uno studio attraverso l’impiego del test di Rorschach

Molgora S.

Laboratorio di Psicologia Clinica Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano

Obiettivo. Il legame tra anoressia e personalità è controverso, così come contraddittori sono i risultati degli studi che utilizzano il test di Rorschach al fine di indagare tale legame e di delineare un “profilo dell’anoressia”. Il presente contributo si propone di analizzare le caratteristiche di personalità di soggetti anoressici, con l’obiettivo di stabilire la presenza di elementi comuni e, all’opposto, di elementi differenzianti.
Metodi. Sono stati analizzati 38 protocolli Rorschach di pazienti anoressiche, ricoverate presso una struttura specializzata per i disturbi alimentari al momento della somministrazione del test. L’analisi, effettuata seguendo i criteri proposti dalla Scuola Romana Rorschach, integra un approccio quantitativo-psicometrico con un approccio qualitativo-contenutistico.
Risultati. I risultati indicano la compresenza di caratteristiche comuni di personalità (il profilo Rorschach dell’anoressia) e di elementi differenzianti. Tali elementi riguardano in primo luogo la presenza o meno di un disturbo della personalità, e in secondo luogo la caratterizzazione del disturbo stesso o della costellazione di tratti che ad esso afferiscono.
Conclusioni. La questione introdotta negli anni ’70 da Mara Selvini Palazzoli circa la possibilità di individuare un pattern tipico Rorschach per l’anoressia è tutt’oggi attuale. In particolare, la compresenza di tratti comuni di personalità e di caratteristiche differenziali riscontrata nella presente ricerca, rimanda alla necessità sia di riconoscere la presenza di un “filo rosso”, determinato dal comune sintomo “scelto” per esprimere il proprio disagio, sia di considerare le specificità di ciascun individuo e l’appartenenza a differenti sottogruppi.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina