Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2006 September;47(3) > Minerva Psichiatrica 2006 September;47(3):189-98

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Psichiatrica 2006 September;47(3):189-98

lingua: Italiano

Il tempo del “non-essere”: l’anoressia nervosa nel maschio. Analisi della letteratura

Carta I. 1, Zappa L. E. 2, Carugati C. 3, De Coppi M. 3, Garghentini G. 3

1 Clinica Psichiatrica Dipartimento di Neuroscienze e Tecnologie Biomediche, Facoltà di Medicina, Università degli Studi di Milano-Bicocca, Milano
2 Ambulatorio per i Disturbi Alimentari Ospedale San Gerardo Nuovo, Monza, Milano
3 Fondazione “Maria Bianca Corno” per la lotta contro l’anoressia Sede di Monza, Milano


PDF  


Scopo del presente lavoro è la raccolta e la lettura critica della letteratura inerente l’Anoressia Nervosa in soggetti di sesso maschile e l’individuazione di caratteristiche peculiari differenti per genere. A tal fine è stata condotta una MedLine (PubMed) degli studi pubblicati su riviste specialistiche nel periodo compreso tra il 1994 ed il 2004. Le keywords usate sono state: “anorexia nervosa” and “male”; sono stati posti come limiti alla ricerca la data di pubblicazione, ed il genere maschile. La ricerca ha generato 831 articoli indicizzati, sui quali sono stati applicati i seguenti criteri di esclusione: campione esclusivamente femminile; aspetti medici e biologici correlati al disturbo alimentare; secondarietà dell’AN a patologie di tipo organico; studi condotti su animali; ricerche e review solo su Bulimia, BED ed EDNOS. Gli articoli totali presi in considerazione sono stati 42. La letteratura sull’argomento è molto scarna rispetto a quanto pubblicato in riferimento alla popolazione femminile, sono ricorrenti studi condotti su casi singoli, o su un campione inferiore ai 20 soggetti. Dalla lettura delle ricerche emerge che la percentuale di pazienti maschi varia dal 5% al 20% dei soggetti affetti da Anoressia Nervosa; le caratteristiche cliniche appaiono sostanzialmente sovrapponibili a pazienti di sesso femminile. Studi su campioni più vasti sottolineano un esordio ed un primo contatto con i servizi più tardivo negli uomini rispetto alle donne; è più spiccata la percentuale di soggetti maschi soprappeso in premorbidità. Ulteriori differenze di genere sono i mezzi per tenere sotto controllo il peso, gli uomini usano meno frequentemente lassativi ma sono più portati all’esercizio estremo. Non esiste un consenso unanime sul ruolo della sessualità nello sviluppo dell’anoressia nervosa: studi su campioni più estesi mettono in risalto l’alta incidenza di soggetti maschi che si dichiarano omosessuali o bisessuali, anche all’interno di quella parte di pazienti che si definisce “asessuale”, andando a confermare ricerche condotte in periodi precedenti al 1994.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail