Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2006 June;47(2) > Minerva Psichiatrica 2006 June;47(2):143-54

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Psichiatrica 2006 June;47(2):143-54

lingua: Italiano

La versione italiana del Borderline Personality Disorder Check List

Prunas A., Sarno I., Capizzi S., Madeddu F.

Dipartimento di Psicologia Università degli Studi Bicocca, Milano


PDF  


Obiettivo. Questo contributo si propone come indagine preliminare dell’affidabilità e della validità della versione italiana della Borderline Personality Disorder Check List (BPDCL), un questionario autosomministrato finalizzato a rilevare il disagio psicopatologico legato alle manifestazioni sintomatologiche del disturbo borderline di personalità (DBP), così come concettualizzato dal DSM IV, nel corso del mese precedente alla somministrazione.
Metodi. Venticinque pazienti affetti da DBP, 48 pazienti con un disturbo di personalità non borderline e 39 volontari non clinici sono stati sottoposti alla somministrazione di SCID-II, della BPDCL e di SCL-90-R; inoltre, un sottogruppo dei soggetti coinvolti nello studio ha compilato 2 questionari autosomministrati selezionati allo scopo di valutare la convergenza con i punteggi ottenuti alla BPDCL: REM-71 per la valutazione dell’assetto difensivo e il Borderline Syndrome Index. Si è proceduto, quindi, all’analisi della consistenza interna del questionario, della correlazione con tutte le misure-criterio considerate e della capacità del punteggio totale della BPDCL di discriminare tra i 3 gruppi presi in esame. Infine, è stata testata l’applicabilità del punteggio-soglia di 100 per lo screening di pazienti borderline.
Risultati. I nostri risultati indicano che la versione italiana del BPDCL rappresenta uno strumento promettente per l’assessment della gravità delle manifestazioni sintomatologiche del DBP.
Conclusioni. Ulteriori studi si rendono, tuttavia, necessari, attraverso un ampliamento del campione, per approfondire la struttura fattoriale dello strumento e rilevare valori di cut-off riferibili alla popolazione italiana.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail