Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2006 March;47(1) > Minerva Psichiatrica 2006 March;47(1):79-87

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Psichiatrica 2006 March;47(1):79-87

Copyright © 2006 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Personalità di Tipo D e malattie cardiovascolari: evidenza e implicazioni cliniche

Schiffer A. A. 1, Pavan A. 1, Pedersen S. S. 1, Gremigni P. 2, Sommaruga M. 3, Denollet J. 1

1 Center of Research for Psychology in Somatic Diseases (CoRPS) Department of Psychology and Health Tilburg University, Tilburg, The Netherlands
2 Department of Psychology University of Bologna, Bologna, Italy
3 Unit of Psychology, Maugeri Foundation Care and Research, Tradate (VA), Italy


PDF  


Nonostante negli ultimi anni si sia verificata una notevole diminuzione di morbilità e mortalità, grazie anche al miglioramento nella diagnostica e nella cura, le malattie cardiovascolari rimangono la causa principale di morte nelle popolazioni occidentali.
Si è dimostrato che fattori psicosociali, come, ad esempio, la depressione, giocano un ruolo negativo nella prognosi delle malattie cardiovascolari; tuttavia, i fattori legati alla personalità, a causa dei risultati a volte contraddittori delle ricerche sul Tipo A (Type A behaviour pattern), sono stati trascurati. Questa rassegna sulla personalità di Tipo D mette in luce l’importanza dell’inclusione dei fattori di personalità nella ricerca e nella pratica clinica, poichè la personalità può essere un importante fattore esplicativo di differenze individuali in molteplici esiti clinici.
La personalità di Tipo D è una combinazione di 2 dimensioni: affettività negativa (tendenza a esperire emozioni negative nel tempo e in diverse situazioni) e inibizione sociale (tendenza a inibire emozioni e comportamenti nelle interazioni sociali). La personalità di Tipo D è stata associata a un aumento di depressione, spossatezza cronica, insoddisfacente qualità della vita connessa alla salute e aumentato rischio di morbilità e mortalità per malattie cardiovascolari, indipendentemente da altri fattori di rischio biomedici. La personalità di Tipo D è misurabile con la Scala DS-14 costituita da 14 item, uno strumento conciso, valido e standardizzato che richiede poco tempo a pazienti e operatori. La DS14 è stata recentemente validata anche in pazienti cardiopatici italiani.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail