Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2005 Giugno;46(2) > Minerva Psichiatrica 2005 Giugno;46(2):79-88

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Psichiatrica 2005 Giugno;46(2):79-88

lingua: Inglese

A five-dimensional man. The core dimensions of the vulnerability to schizophrenia. A review

Stanghellini G., Ballerini M., Di Primio C.


PDF  


Una revisione degli studi empirici sugli elementi precursori e sui prodromi della schizofrenia dimostra che vi sono 5 aspetti fondamentali alla vulnerabilità verso questa patologia: difficoltà nei rapporti sociali, comprendenti i problemi scolastici ed occupazionali, e problemi nei rapporti interpersonali; disturbi emotivi, in special modo quelli che compaiono nei rapporti interpersonali; disturbi della funzione neuropsichica; disturbi dello sviluppo nervoso; disturbi circa il proprio essere, compresi i sintomi di base. Ognuno di questi 5 aspetti rappresenta di per se un aspetto non specifico della vulnerabilità alla schizofrenia. La specificità emerge dalla loro combinazione in un complesso unitario di fenomeni anormali. La ricerca futura non dovrebbe solo migliorare la nostra conoscenza su ogni singolo aspetto della vulnerabilità alla schizofrenia, ad esempio fornendo descrizioni e definizioni valide dei fenomeni anormali e valutare il loro significato statistico. Essa dovrebbe anche cercare di unificare le caratteristiche dei 5 aspetti della vulnerabilità alla schizofrenia. In questo campo la ricerca teorica è essenziale per identificare la via comune e per cercare una definizione unitaria o solistica della condizione di vulnerabilità alla schizofrenia in quanto tale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail