Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2004 June;45(2) > Minerva Psichiatrica 2004 June;45(2):73-82

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Psichiatrica 2004 June;45(2):73-82

lingua: Italiano

Dimensione depressiva in soggetti schizofrenici cronici

Settineri S., Tati F., Fanara G.


PDF  


Obiettivo. Lo scopo del lavoro. Verificare la presenza di alterazioni dell'affettività in soggetti schizofrenici cronici e indicare l'adeguatezza della Calgary Depression Scale for Schizophrenia (CDSS) e della Scala per la Valutazione dei Sintomi Positivi-Scala per la Valutazione dei Sintomi Negativi ( Scale for the Assessment of Positive Symptoms, SAPS; Scale for the Assessment of Negative Symptoms, SANS) nell'osservazione del gruppo di studio considerato.
Metodi. Sono stati studiati 85 soggetti schizofrenici cronici con diagnosi di Schizofrenia secondo il DSM IV-R da almeno 2 anni. E' stata applicata la SAPS-SANS per la valutazione della sintomatologia schizofrenica; per la valutazione della depressione è stata utilizzata la CDSS.
Risultati. L'Analisi Fattoriale ha permesso di evidenziare 5 fattori ruotati che spiegano in totale il 62,184% della varianza. I fattori sono rispettivamente: F1 Depressione (varianza spiegata 19,89%); F2 Paranoia (11,86%); F3 Disorganizzazione (10,71%); F4 Sintomi Negativi (10,55%); F5 Eccitamento (9,15%).
I fattori isolati, individuano aree psicopatologicamente distinte (la sovrapposizione di variabili pesanti in più di un fattore è scarsa).
Conclusioni. Viene rilevata nella popolazione osservata una importante dimensione depressiva, che si distingue del tutto dalla sintomatologia negativa e dalla disorganizzazione. Si rileva in merito alle problematiche effettive una non trascurabile dimensione di eccitamento, che se pur come ultimo fattore, ha un suo peso in una popolazione cronica. La collocazione dei fattori nelle rispettive posizioni e le variabili che li compongono hanno offerto lo spunto per considerazioni che trovano riscontro nella più recente letteratura.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail