Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2001 Dicembre;42(4) > Minerva Psichiatrica 2001 Dicembre;42(4):239-44

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Psichiatrica 2001 Dicembre;42(4):239-44

lingua: Italiano

L'abuso di alcol e di altre sostanze psicoattive nei pazienti con disturbi dell'umore e d'ansia

Maina G., Ceregato A., Picco C., Saracco P., Bogetto F.


PDF  


Obiettivo. Se la dipendenza è un problema clinico evidente e manifesto, la condotta di abuso è invece un fenomeno di difficile rilevazione che richiede una maggior attenzione in fase diagnostica. L'obiettivo è di verificare la frequenza di abuso di alcol e/o di altre sostanze in un gruppo di pazienti ambulatoriali con diagnosi principale di disturbi dell'umore e d'ansia.
Metodi. Sono stati valutati 386 pazienti giunti consecutivamente all'osservazione presso il Servizio ambulatoriale per i Disturbi Depressivi e d'Ansia durante il periodo dal 1° settembre 1997 e il 31 agosto 2000. Sono stati inclusi nel campione i soggetti con diagnosi principale di disturbo dell'umore (n=150) e d'ansia (n=107) secondo i criteri diagnostici del DSM-IV (escluso quello indotto da sostanze). A tutti i pazienti sono state somministrate: un'intervista semistrutturata per indagare le caratteristiche sociodemografiche e cliniche; la Michigan Alcoholism Screening Test (MAST) per valutare l'abuso di alcol; la Drug Abuse Screening Test (DAST) per l'abuso di altre sostanze.
Risultati. Tra i disturbi dell'umore l'abuso di alcol è in associazione con: disturbo bipolare I (33,3%); disturbo bipolare II (10%); disturbo depressivo maggiore (6%); disturbo distimico (4%). I dati sull'abuso di sostanze psicoattive evidenziano: disturbo bipolare II (10%); disturbo distimico (8%); disturbo depressivo NAS (5,3%); disturbo depressivo maggiore (4,8%). Nel gruppo con diagnosi di disturbo d'ansia l'abuso di alcol è in comorbidità lifetime con: disturbo di panico (13,2%); disturbo ossessivo-compulsivo (2,4%). L'abuso di sostanze: disturbo di panico (11,3%); disturbo ossessivo-compulsivo (4,9%).
Conclusioni. I tassi di prevalenza da noi rilevati sono in linea con i dati forniti dallo studio dell'Epidemiologic Catchment Area (ECA).

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail