Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2001 June;42(2) > Minerva Psichiatrica 2001 June;42(2):119-24

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Psichiatrica 2001 June;42(2):119-24

Copyright © 2001 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

L’utilizzo del risperidone nel trattamento dell’aggressività in pazienti con ritardo mentale

La Malfa G., Bertelli M., Conte M., Salvini R., Cabras P. L.


PDF  


Obiettivo. Scopo del presente studio è valutare l'efficacia e la tollerabilità del risperidone nel controllo del comportamento aggressivo in adulti portatori di ritardo mentale.
Metodi. Diciotto pazienti sono stati valutati per aggressività con la Handicap Behaviour and Skill scales (HBSs), per gli aspetti psicopatologici con lo Psychopathology Instrument for Mentally Retarded Adults (PIMRA) e per l'impressione clinica generale con la Clinical Global Impression scale (CGIs). I pazienti sono stati valutati prima e dopo tre mesi di terapia con dose flessibile di risperidone (media 2,0±1,0 mg/die).
Risultati. I punteggi di tutte le scale sono risultati significativamente più bassi dopo i tre mesi di terapia. I dati sembrano confermare la letteratura sull'efficacia del risperidone nel controllare il comportamento aggressivo nelle persone in ritardo mentale.
Conclusioni. Resta da chiarire se tale azione venga esercitata direttamente o attraverso un miglioramento dei disturbi psichici.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail