Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2001 Marzo;42(1) > Minerva Psichiatrica 2001 Marzo;42(1):7-18

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Psichiatrica 2001 Marzo;42(1):7-18

lingua: Italiano

Influenza del peso e della morfologia somatica sull'immagine corporea del paziente obeso

Lagatolla V., Testa S., Russo P., Campostano A., Adami G.


PDF  


Obiettivo. Valutare nei pazienti obesi l'influenza sull'immagine corporea di una morfologia somatica differente da quella socialmente accettata. È stato studiato un gruppo di pazienti obesi candidati a diversione biliopancreatica prima dell'intervento e a distanza di tre anni, quando il peso corporeo era già stabilizzato da più di due anni.
Metodi. Nei pazienti obesi prima e dopo l'intervento, l'immagine corporea è stata valutata con il punteggio insoddisfazione del corpo del questionario Eating Disorder Inventory, con il questionario Body Shape Questionnaire e con le diverse scale di misura del questionario Body Attitude Questionnaire: inoltre è stata effettuata una intervista a domande aperte per valutare sia il rapporto con il cibo e con la dieta, sia l'atteggiamento nei confronti del peso corporeo e della morfologia so-matica.
Risultati. La perdita di peso postoperatoria ha corrisposto a una normalizzazione dell'insoddisfazione per il corpo, della sensazione di essere grassi e del sentirsi fisicamente attraenti, mentre il disprezzo per il proprio corpo e l'importanza attribuita al peso corporeo nella vita di tutti i giorni, sebbene migliorati, sono rimasti ancora differenti da quelli di una serie di soggetti magri di controllo che non erano mai stati obesi.
Conclusioni. Nei pazienti obesi molte delle alterazioni della immagine corporea sono specificamente legate all'elevato peso corporeo e scompaiono con la riduzione ponderale stabile. Altre alterazioni riflettono sensazioni più profonde, che almeno in parte sono indipendenti dalla morfologia somatica attuale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail