Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 2000 Giugno;41(2) > Minerva Psichiatrica 2000 Giugno;41(2):135-44

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Psichiatrica 2000 Giugno;41(2):135-44

lingua: Italiano

Il suicidio: sintomo o sindrome?

Cantarano E., Carini L., Doriani A., Bruni P.


PDF  


Molti suicidi si fondano su un'ambivalenza sostanziale tra intenzionalità di vita ed intenzionalità di morte. L'intenzionalità e comunque l'elemento che classicamente definisce in modo proprio l'azione del suicida e che, al contempo, può trovare una sua giustificazione all'interno di particolari dottrine e tradizioni. Il nodo irraggiungibile del suicidio, infatti, sembra rimanere soprattutto nel limite misterioso di un atto compiuto per evitare un male o per assicurarsi un bene, di un atto, cioè, che non appare finalizzato.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail