Home > Riviste > Minerva Psichiatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Psichiatrica 1999 Marzo;40(1) > Minerva Psichiatrica 1999 Marzo;40(1):11-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PSICHIATRICA

Rivista di Psichiatria, Psicologia e Psicofarmacologia


Official Journal of the Italian Society of Social Psychiatry
Indexed/Abstracted in: EMBASE, e-psyche, PsycINFO, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Psichiatrica 1999 Marzo;40(1):11-6

lingua: Italiano

Profilo lipidico e proteico nel parasuicidio e nella depressione

Camardese G., Sarchiapone M., De Risio S.


PDF  


Introduzione. In studi precedenti una riduzione del colesterolo plasmatico è apparsa correlata con un incremento dell'incidenza di suicidio ed una disregolazione del sistema serotoninergico è stata ipotizzata a spiegazione di questo fenomeno apparentemente incomprensibile.
L'obiettivo dello studio è stato di analizzare il profilo lipidico e proteico in pazienti ricoverati per intossicazione acuta volontaria di farmaci, e di esaminare le alterazioni in rapporto alla diagnosi di depressione.
Metodi. In uno studio retrospettivo sono stati selezionati 119 pazienti (età media: 35,2±16,6; M/F 88/31) esenti da malattie organiche, metaboliche e stress acuti. I dati, rilevati da un campione ematico prelevato entro le 24 ore dal ricovero, sono stati confrontati con quelli di un campione di controllo omogeneo a quello di studio.
Risultati. Il colesterolo plasmatico è risultato più basso nei pazienti rispetto ai controlli (171±31 mg/dl vs 196±35 mg/dl; p<0,0001), è stata inoltre riscontrata una marcata riduzione delle proteine totali (valore medio: 6,54±0,57 g/dl vs 7,29±0,42 g/dl; p<0,0001) associata ad un incremento delle alfa2 globuline (valore medio: 9,3±2,1% vs 7,8±1,2%). La riduzione delle proteine totali è apparsa correlata, seppur debolmente, alla riduzione del colesterolo. Esaminando separatamente pazienti depressi e non depressi non sono emerse differenze significative per nessuna delle variabili considerate.
Conclusioni. La risposta di fase acuta riscontrata nei pazienti è risultata indipendente dalla diagnosi di depressione e potrebbe a nostro avviso rappresentare l'elemento unitario in grado di spiegare le modificazioni metaboliche e del sangue periferico riscontrate nei pazienti con comportamento suicidario.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail