Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2011 June;50(2) > Minerva Pneumologica 2011 June;50(2):147-54

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  AGGIORNAMENTI IN MEDICINA RESPIRATORIA


Minerva Pneumologica 2011 June;50(2):147-54

lingua: Inglese

Effetti del programma di assistenza domiciliare nella prevenzione dell’esacerbazione in pazienti con broncopneumopatia cronica ostruttiva grave

Zamarrón C.

Division of Respiratory Medicine, University Hospital, Santiago de Compostela University, Santiago de Compostela, Spain


PDF  


Una delle sfide più impegnative che dovranno affrontare i sistemi sanitari in futuro riguarda l’assistenza di un crescente numero di pazienti cronici. Tra le condizioni croniche, la broncopneumopatia cronica ostruttiva grave (chronic obstructive pulmonary disease, COPD) è particolarmente rilevante a causa della sua elevata prevalenza. Pazienti affetti da COPD mostrano esacerbazioni acute della loro condizione. Nonostante la maggior parte dei casi siano trattati nella comunità oppure non siano riportati, la COPD resta la principale causa di ospedalizzazione. E’ stato scoperto che le esacerbazioni acute della COPD sono indicatori indipendenti di una cattiva prognosi. Le ripetute ospedalizzazioni dovute a esacerbazioni acute della COPD sono implicate nella progressione accelerata della patologia. Tali pazienti presentano un più elevato declino a lungo termine della funzione polmonare, una ridotta qualità della vita correlata alla salute (HRQL) e una maggiore morbilità. Sebbene gli episodi moderati siano in genere reversibili, le forme più gravi d’insufficienza respiratoria sono associate a una mortalità significativa e a un prolungato periodo di disabilità nei sopravvissuti. I pazienti con tre o più episodi per anno di esacerbazioni acute della COPD presentano un più alto rischio di mortalità. Per tutti questi motivi, sarebbe opportuno trovare strategie d’assistenza che riducano tale carico. La gestione integrata della malattia (disease management) può essere definita a grandi linee come una strategia che mira a migliorare lo stato di salute complessivo e a ridurre i costi sanitari generati dalle condizioni croniche. Gli schemi di ospedalizzazione domiciliare rappresentano un metodo adottato di recente per la prestazione di servizi concernenti la gestione delle esacerbazioni acute della COPD. L’obiettivo di questo metodo è la riduzione della richiesta di posti letto ospedalieri per pazienti acuti e la promozione di un approccio incentrato sul paziente, evitandone il ricovero. Tali programmi sono implementati lungo un periodo di uno o più anni e includono regolari visite domiciliari, eseguite in genere da un/a infermiere/a professionale. Lo schema implementato dagli infermieri aiuta i pazienti a gestire la loro condizione presso casa propria, fornendo supporto e educazione. Inoltre, esso può consentire un rilevamento iniziale dei problemi e la riduzione dei ricoveri ospedalieri.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail