Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2011 March;50(1) > Minerva Pneumologica 2011 March;50(1):31-46

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  AGGIORNAMENTI IN MEDICINA RESPIRATORIA


Minerva Pneumologica 2011 March;50(1):31-46

lingua: Inglese

Protezione respiratoria: qualità dell’aria nell’ambiente

Rennie D. C. 1,2, Lawson J. A. 1

1 Canadian Centre for Health and Safety in Agriculture, University of Saskatchewan, SK, Canada
2 College of Nursing, University of Saskatchewan, SK, Canada


PDF  


La bassa qualità dell’aria presente tra le mura domestiche crea problemi agli adulti e ai bambini affetti da patologie respiratorie. In questa review, verrà descritto il ruolo di attivatori ambientali domestici tra cui allergeni, endotossine e fumo di sigaretta, nell’insorgenza e nell’aggravamento di patologie respiratorie come l’asma e la broncopneumopatia cronica ostruttiva. Le principali fonti di inquinamento dell’aria in ambiente domestico comprendono biossido di azoto, endotossine, allergeni, fumo di sigaretta e composti organici volatili presenti nell’ambiente. Il risanamento ambientale, per prevenire o ridurre l’esposizione a inquinanti indoor che possono esacerbare le patologie respiratorie e influire sulla qualità di vita, richiede la conoscenza delle caratteristiche di questi particolari inquinanti e l’individuazione dei gruppi a rischio di indurre sintomi o patologie. Le interazioni con il quadro respiratorio di geni e ambiente e ambiente e ambiente possono interferire con il processo di risanamento e devono essere attentamente considerate quando si valutano gli effetti degli interventi sull’ambiente. Le strategie adottate devono riflettere le particolari circostanze del paziente e dell’ambiente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail