Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2010 June;49(2) > Minerva Pneumologica 2010 June;49(2):109-18

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  NUOVI METODI E TERAPIE PER ASMA E COPD


Minerva Pneumologica 2010 June;49(2):109-18

Copyright © 2010 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Terapia mirata contro le citochine nell’asma e COPD

Walsh G. M.

School of Medicine, University of Aberdeen, Scotland, UK


PDF  


Le attuali terapie per l’asma hanno lo scopo di controllare i sintomi della patologia e per la maggior parte dei soggetti asmatici la terapia anti-infiammatoria con corticosteroidi per via inalatoria è inefficace. Tuttavia, questo approccio richiede una terapia durante tutta la vita, mentre un sottogruppo di pazienti rimane sintomatico nonostante la terapia ottimale, creando la necessità di assistenza medica. L’infiammazione nella patologia polmonare cronica ostruttiva (COPD – Chronic Obstructive Pulmonary Disease) risulta in un rimodellamento delle vie aeree, nella distruzione della matrice extracellulare e nella fibrosi delle piccole vie aeree, portando ad un’incessante perdita di funzione polmonare. In contrasto con i suoi effetti benefici sui cambiamenti infiammatori nell’asma, la terapia con corticosteroidi per via inalatoria non è in grado di rallentare le progressione della COPD. Le citochine o chemochine rilevanti in corso di asma o di COPD sono state bersagliate in numerose maniere. Queste comprendono l’utilizzo di mAb umanizzati in grado di bloccarne i recettori, la rimozione delle citochine e delle chemochine attraverso il legame con recettori solubili o con piccole molecole antagonisti recettoriali. Un altro possibile approccio è lo sviluppo di farmaci che blocchino i recettori o le vie di trasduzione del segnale attivate in seguito all’interazione di citochine e chemochine con i loro recettori specifici. La presente revisione discuterà lo stato corrente, il potenziale terapeutico ed i possibili problemi di questi nuovi farmaci di natura biologica nella terapia dell’asma e della COPD.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail