Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2007 Dicembre;46(4) > Minerva Pneumologica 2007 Dicembre;46(4):287-96

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pneumologica 2007 Dicembre;46(4):287-96

lingua: Inglese

Ruolo della radioterapia come terapia di prima linea del carcinoma polmonare a piccole cellule

Spiro S. G. 1, Hackshaw A. K. 2

1 University College London Hospitals, London, UK
2 Cancer research UK and University College London Cancer Trials Centre, London, UK


PDF  


La terapia del carcinoma polmonare rimane difficile e i miglioramenti ottenuti sono marginali. Circa il 20% di tutti i nuovi casi si presenta con il sottotipo istologico a piccole cellule. Sebbene questa neoplasia sia estremamente sensibile alla chemioterapia di combinazione, vi sono stati scarsi miglioramenti negli ultimi 10 anni e pertanto vi è stata una riduzione dell’interesse della ricerca su questo tipo cellulare. La maggior parte dei microcitomi risponde bene e prontamente alla radioterapia, che rimane un’eccellente modalità terapeutica palliativa per la malattia metastatica. Tuttavia, il posto della radioterapia come trattamento radicale insieme alla chemioterapia rimane controverso. Le meta-analisi hanno dimostrato che la radioterapia conferisce un lieve miglioramento (circa il 5%) rispetto alla sola chemioterapia in termini di sopravvivenza a 3 anni, ma non è facile definire se essa dovrebbe essere somministrata prima, dopo o durante la chemioterapia. Inoltre, non è chiaro se siano rilevanti i pattern di frazionamento. In questa revisione, sono discussi gli studi che hanno esaminato questi aspetti e in particolare le indicazioni, il timing e il dosaggio della radioterapia. Sebbene sia stato suggerito che il trattamento precoce sia vantaggioso e che i protocolli iperfrazionati siano migliori, il trattamento più importante sembra essere la somministrazione di un regime adeguato di chemioterapia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail