Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2007 September;46(3) > Minerva Pneumologica 2007 September;46(3):157-66

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pneumologica 2007 September;46(3):157-66

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Funzionalità respiratoria in adolescenti residenti in zone a elevato inquinamento atmosferico e in zone montane

Longhini E. 1, Fanari P. 1, Fontana M. 1, Giacomotti E. 1, Codecasa F. 1, Pacetti M. 2, Cherubini P. 2, Barlera S. 3, Tognoni G. 3, Salvadori A. 1

1 Laboratory of Respiratory Pathophysiology Istituto Auxologico Italiano Ospedale San Giuseppe, Verbania, Italy
2 “D. e G. Campari” Medical Division Ospedale Citta Sesto San Giovanni Sesto San Giovanni, Italy
3 Istituto Ricerche Farmacologiche Mario Negri Milan, Italy


PDF  


Obiettivo. Le attività umane generano sostanze inquinanti e gli inquinanti aerei ambientali sono stati riconosciuti causa di effetti nocivi rilevanti sullo stato di salute.
Metodi. Abbiamo studiato la possibilità di associazione tra esposizione a lungo termine a inquinanti aerei e sintomi respiratori, funzionalità respiratoria e incidenza di stato atopico mediante una rilevazione “cross-sectional”. La prima popolazione considerata era costituita da 744 adolescenti residenti in una cittadina industriale, la seconda da 287 adolescenti residenti in piccoli comuni montani delle Alpi. Notizie circa la presenza di sintomi di natura respiratoria erano ottenute mediante un questionario. Tutti i soggetti considerati eseguivano un test di funzionalità respiratoria, test cutanei ai più comuni allergeni e determinazione dei livelli di IgE (PRIST test).
Risultati. Nella popolazione della cittadina industriale i test di funzionalità respiratoria esprimevano rispetto alla popolazione montana valori significativamente inferiori di capacità vitale forzata (FVC), di volume massimo al primo secondo (FEV1) e del loro rapporto FEV1/FVC, e di massimo flusso espiratorio al 25% di FVC (MEF 25%). Sempre nella popolazione della cittadina industriale un significativo più elevato numero di soggetti clinicamente silenti presentava test alterati. Riguardo la condizione di atopia, un maggior numero di soggetti presentava elevati titoli di IgE nella cittadina industriale e un maggior numero di soggetti positività ai test cutanei nella popolazione montana.
Conclusioni. Nell’insieme, lo studio sembra evidenziare come l’esposizione a lungo termine a inquinanti aerei sia associata a volumi e flussi espiratori polmonari inferiori rispetto a quelli di soggetti meno esposti. La mancata concordanza in un rilevante numero di casi tra anamnesi respiratoria dedotta dai questionari e funzionalità respiratoria può sottolineare l’opportunità di periodici controlli della funzionalità respiratoria in popolazioni di adolescenti residenti in zone a elevato inquinamento atmosferico.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail