Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2007 Giugno;46(2) > Minerva Pneumologica 2007 Giugno;46(2):93-100

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  INTERVENTIONAL PULMONOLOGY


Minerva Pneumologica 2007 Giugno;46(2):93-100

lingua: Inglese

Disostruzione delle vie aeree centrali: trattamenti endobronchiali

Hansen G., Sundset A.

Department of Thoracic Medicine and Interventional Centre Rikshospitalet, Oslo, Norway


PDF  


La pneumologia interventistica si è ormai consolidata come una branca della broncologia. Le basi teconologiche per lo sviluppo di questa nuova branca terapeutica della medicina respiratoria sono consistite nell’invenzione del laser Neodynium YAG. Questo tipo di termoterapia endobronchiale ha a sua volta condotto alla riadozione di tecniche più antiche, come l’elettrocauterizzazione e la crioterapia. Queste tecniche si sono dimostrate inadeguate nel caso di ostruzione neoplastica delle vie aeree. Sono stati così sviluppati degli stent bronchiali dotati di forze radiali e in grado di contrapprosi alla compressione della via aerea. La broncoscopia con strumento rigido, che fu quasi completamente abbandonata dopo l’introduzione del broncoscopio flessibile, ha conosciuto un revival con lo sviluppo della pneumologia interventistica. Con il continuo aumentare delle tecniche disponibili e la richiesta di operatori interventisti adeguatamente formati per l’esecuzione di numerose tecniche, sono stati sviluppati centri specializzati di pneumologia interventistica che operano su un vasto numero di pazienti. In questo articolo gli autori discutono le diverse modalità terapeutiche disponibili, la selezione dei pazienti candidati alle procedure ed esaminiamo i futuri sviluppi della broncoscopia interventistica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail