Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2007 June;46(2) > Minerva Pneumologica 2007 June;46(2):59-70

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

  INTERVENTIONAL PULMONOLOGY


Minerva Pneumologica 2007 June;46(2):59-70

Copyright © 2007 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Italiano

L’agoaspirazione transbronchiale nella stadiazione del cancro del polmone e nella diagnostica dei processi espansivi ilo-mediastinici

Gasparini S.

SOD di Pneumologia Dipartimento di Medicina Interna Malattie Immuno-Allergiche e Respiratorie Azienda Ospedaliero-Universitaria Ospedali Riuniti, Ancona, Italy


PDF  


Tra le numerose metodiche di campionamento cito-istologico che possono essere effettuate attraverso il broncofibroscopio, l’agoaspirazione transbronchiale (transbronchial needle aspiration, TBNA) si può ritenere quella che ha maggiormente ampliato le potenzialità diagnostiche della broncoscopia consentendo di estendere le possibilità di prelievo anche alle lesioni situate al di fuori dell’albero tracheobronchiale e collocate nel distretto ilo-mediastinico. Negli ultimi anni la TBNA si è affermata quale metodica essenziale nella stadiazione del parametro N del cancro del polmone e nella diagnosi dei processi espansivi ilo-mediastinici. Nonostante i numerosi lavori prodotti su questa tecnica abbiano dimostrato la sua validità e la sua sicurezza, la TBNA continua a essere largamente sottoutilizzata. In questa rassegna sono descritte le modalità tecniche di esecuzione della procedura e, sulla base dei risultati della letteratura, il ruolo che la TBNA ha nel percorso stadiativo del carcinoma polmonare e nella diagnosi di molteplici patologie del mediastino, come la sarcoidosi. Sono inoltre illustrate le più recenti modalità di guida che sono state proposte per aumentare la sensibilità della TBNA, come l’utilizzo transbronchiale degli ultrasuoni e l’impiego di sistemi elettromagnetici di navigazione broncoscopica. Si analizzano e discutono, infine, le motivazioni che inducono molti broncoscopisti a non utilizzare nella sua piena potenzialità questa metodica che dovrebbe invece entrare nel bagaglio tecnico e culturale di ogni pneumologo al fine di ottimizzare le possibilità diagnostiche della broncoscopia

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail