Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2005 June;44(2) > Minerva Pneumologica 2005 June;44(2):29-42

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pneumologica 2005 June;44(2):29-42

Copyright © 2005 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Diagnostic approach to the patient with interstitial lung disease

Ryu J. H.


PDF  


Le pneumopatie interstiziali sono rappresentate da un gruppo eterogeneo di patologie a carico del parenchima polmonare con eziologia, presentazione clinico-radiologica, aspetti istopatologici e decorso clinico vario. Circa il 50% delle pneumopatie interstiziali ha eziologia ignota, sebbene la sindrome clinico-patologica sia ben nota, come nel caso della fibrosi polmonare idiopatica. La valutazione clinica dei pazienti con sospetta pneumopatia interstiziale deve tendere a identificare la causa della sindrome clinico-patologica, stabilire la diagnosi e determinare la strategia gestionale ottimale. Di conseguenza, l'anamnesi e le conseguenti valutazioni cliniche vengono calibrate per soddisfare questi obiettivi in ogni singolo paziente. Sebbene l'approccio diagnostico possa variare sulla base degli aspetti individuali, è utile, per quanto riguarda la diagnosi clinica, focalizzarsi su 3 parametri: il contesto clinico, la durata della malattia e i reperti radiologici. Il contesto clinico fornisce un quadro iniziale di dati sui quali basarsi per stabilire quali possibilità diagnostiche debbano essere privilegiate e comprende i dati demografici e clinici così come i risultati della valutazione iniziale. Sebbene la maggior parte delle pneumopatie interstiziali siano dei disturbi cronici, la presentazione acuta può essere osservata in diversi disturbi quali le polmoniti da ipersensibilità, la polmonite interstiziale acuta e le sindromi emorragiche alveolari diffuse. Le immagini radiografiche, in particolare quelle ottenute con la tomografia computerizzata ad alta risoluzione del torace, sono molto utili nel restringere l'ampia diagnosi differenziale e nel guidare le successive tappe diagnostiche. Ognuno di questi parametri può rappresentare un aspetto importante per l'identificazione delle entità clinico-patologiche sottostanti e della causa. Una concisa formulazione di questi parametri essenziali faciliterà il processo diagnostico e consentirà una gestione ottimale dei pazienti con pneumopatia interstiziale.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail