Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2004 September;43(3) > Minerva Pneumologica 2004 September;43(3):143-50

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pneumologica 2004 September;43(3):143-50

lingua: Italiano

Ruolo del lavaggio broncoalveolare nello studio delle interstiziopatie polmonari diffuse

Rottoli P., Bargagli E.


PDF  


L'applicazione del lavaggio broncoalveolare (LBA) allo studio delle interstiziopatie polmonari diffuse (IPD) ha fornito importanti informazioni sulle complesse reazioni che avvengono a livello alveolare nelle diverse forme di questo eterogeneo gruppo di malattie. I dati ottenuti hanno consentito di migliorare notevolmente le nostre conoscenze sui meccanismi patogenetici nonché di portare un contributo per la diagnosi e per la valutazione di attività di molti tipi di IPD. L'analisi del profilo cellulare associato spesso allo studio del fenotipo linfocitario è ampiamente utilizzata nei percorsi diagnostici di queste patologie sia per confermare che per escludere la diagnosi. Indagini più sofisticate quali la valutazione di profili citochinici per distinguere il tipo di risposta Th1/Th2 o di mediatori a varia attività (profibrotica, proinfiammatoria etc.) o l'identificazione di marcatori di malattia, utilizzando nuove metodologie quali la genomica o la proteomica, rappresentano obiettivi di ricerca con potenziali applicazioni future in campo clinico per la diagnosi e la prognosi e per indicare nuove linee terapeutiche. La standardizzazione delle metodiche e la messa a punto di linee guida aggiornate sono condizioni indispensabili per l'impiego clinico del LBA.
In questa review viene descritto il possibile ruolo del LBA nelle IPD in base a una revisione della letteratura recente.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail