Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2002 Settembre;41(3) > Minerva Pneumologica 2002 Settembre;41(3):113-22

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio

Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

Periodicità: Trimestrale

ISSN 0026-4954

Online ISSN 1827-1723

 

Minerva Pneumologica 2002 Settembre;41(3):113-22

 REVIEW

Ossido nitrico espirato dopo inalazione di soluzioni isotoniche e ipotoniche

Maniscalco M., Sofia M.

Considerato fino a pochi anni fa soltanto un inquinante atmosferico, l'ossido nitrico (NO) è prodotto da un ampio numero di tessuti umani e assolve importanti funzioni biologiche, inclusa la regolazione del flusso ematico, della funzione piastrinica, della neurotrasmissione e delle difese immunitarie. Il dosaggio di NO nell'aria espirata è stato suggerito quale utile strumento nel monitoraggio di patologie infiammatorie delle vie aeree. L'NO presente nelle vie aeree può essere influenzato da diversi challenge diretti e indiretti, quali l'inalazione di soluzioni a differente osmolarità.
Nella presente rassegna, dopo un breve cenno sulle caratteristiche chimico-fisiche, sulla produzione e sulle principali funzioni fisiologiche dell'NO nelle vie aeree, verrà discusso il ruolo potenziale di modificazioni del microambiente bronchiale (osmolarità, acidosi, fumo attivo e passivo), sui meccanismi di regolazione della sintesi di NO e le relative implicazioni fisiopatologiche.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina