Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2002 Settembre;41(3) > Minerva Pneumologica 2002 Settembre;41(3):63-74

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus

 

Minerva Pneumologica 2002 Settembre;41(3):63-74

 REVIEW

Basi strutturali della BPCO

Turato G., Zuin R., Baraldo S., Beghé Bazzan E., Saetta M.

La broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) è stata recentemente definita come una malattia caratterizzata da una riduzione di flusso aereo non completamente reversibile, progressiva ed associata ad una anomala risposta infiammatoria dei polmoni all'inalazione di agenti, particelle o gas, nocivi. La BPCO non rappresenta un'unica malattia ma un insieme di patologie, causate dal fumo di sigaretta, che comprendono l'enfisema e la bronchite cronica. È plausibile che malattie così diverse contribuiscano alla limitazione al flusso con meccanismi diversi associati ad alterazioni strutturali determinate dal fumo di sigaretta.
In questa rassegna descriveremo le alterazioni anatomo-patologiche presenti nel polmone dei fumatori con funzionalità respiratoria ancora normale e quelle presenti nei fumatori che hanno sviluppato BPCO, sottolineando i possibili meccanismi responsabili della limitazione al flusso aereo in questi soggetti. Poiché la BPCO è una malattia progressiva e caratterizzata da frequenti riacutizzazioni, esamineremo anche le alterazioni strutturali associate alle riacutizzazioni della BPCO e quelle presenti quando la malattia diventa grave. Infine, per valutare l'eventuale reversibilità del quadro anatomo patologico nella BPCO, vedremo l'effetto della cessazione del fumo e del trattamento con farmaci antinfiammatori.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina