Home > Riviste > Minerva Pneumologica > Fascicoli precedenti > Minerva Pneumologica 2000 March;39(1) > Minerva Pneumologica 2000 March;39(1):11-8

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PNEUMOLOGICA

Rivista sulle Malattie dell’Apparato Respiratorio


Official Journal of the Italian Society of Thoracic Endoscopy
Indexed/Abstracted in: EMBASE, Scopus, Emerging Sources Citation Index


eTOC

 

REVIEW  


Minerva Pneumologica 2000 March;39(1):11-8

Copyright © 2000 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Pulmonary involvement in inflammatory bowel disease

Marvisi M., Fornasari G., Brianti M., Guariglia A.


PDF  


La malattia infiammatoria intestinale è una patologia sistemica che può coinvolgere il parenchima polmonare e le vie aeree. Le manifestazioni di più frequente riscontro, nei soggetti affetti da rettocolite ulcerosa, sono la flogosi e la suppurazione bronchiale che possono essere seguite dalla formazione di bronchiectasie. Il lavaggio broncoalveolare evidenzia un aumento percentuale dei granulociti neutrofili ed i pazienti, nella maggior parte dei casi, rispondono agli steroidi. Alcuni pazienti presentano una severa infiammazione tracheale con la formazione di pseudopolipi che possono ostruire il lume tracheale, la risposta al metilprednisolone è, di solito, eclatante. Altri soggetti manifestano un interessamento delle piccole vie aeree con o senza il tipico aspetto della bronchiolite obliterante con polmonite organizzativa, in questi casi, la risposta agli steroidi topici o sistemici è incostante. La fibrosi polmonare interstiziale e la polmonite eosinofila possono essere primitive oppure secondarie all'uso di farmaci, comunemente usati per il trattamento della malattia intestinale, la sulfasalazina e l'acido 5 amino salicilico. In letteratura sono descritti alcuni casi di associazione tra sarcoidosi e malattia infiammatoria intestinale, in particolare con il morbo di Crohn. Negli ultimi anni diversi ricercatori hanno evidenziato la frequente presenza di un interessamento polmonare asintomatico in soggetti con radiogramma toracico normale, chi una riduzione della diffusione alveolo capillare, chi del flusso nelle piccole vie aeree. La pleuropericardite è rara e si riscontra più frequentemente nei soggetti affetti da rettocolite ulcerosa, in alcuni casi si può determinare un tamponamento cardiaco di tal entità da rendere necessaria una pericardiocentesi. I pazienti che presentano una remissione della malattia intestinale possono sviluppare noduli parenchimali necrobiotici il cui aspetto istologico è sovrapponibile ad una tipica manifestazione cutanea della malattia, il Pyoderma gangrenosum.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail