Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2014 Febbraio;66(1) > Minerva Pediatrica 2014 Febbraio;66(1):69-76

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile

Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4946

Online ISSN 1827-1715

 

Minerva Pediatrica 2014 Febbraio;66(1):69-76

 REVIEW

Diagnosi e gestione della faringotonsillite acuta nell’ambulatorio del pediatra di famiglia

Vicedomini D. 1, Lalinga G. 2, Lugli N. 2, D’Avino A. 3

1 A.S.L. Napoli 1 Centro, Napoli, Italia;
2 A.U.S.L. Modena, Modena, Italia;
3 A.S.L. Napoli 3 Sud, Napoli, Italia

La faringotonsillite acuta rappresenta una delle cause più frequenti di accesso all’ambulatorio del pediatra di famiglia. Il 15-30% dei casi di faringotonsillite acuta in età pediatrica è sostenuto dallo Streptococco b-emolitico di Gruppo A (SBEGA) o Streptococcus pyogenes. I bambini affetti da faringotonsillite streptococcica solitamente presentano faringodinia, febbre >38 °C, essudato tonsillare ed adenopatia latero-cervicale, tuttavia la gravità dei sintomi può variare da faringodinia di medio grado fino alla classica tonsillite essudativa accompagnata ad iperpiressia. Il punteggio di McIsaac rappresenta un algoritmo clinico in grado di orientare il sospetto diagnostico di faringotonsillite streptococcica in età pediatrica. Esso si basa su 5 criteri clinici: età 3-14 anni, temperatura >38 °C, tumefazione o essudato tonsillare, adenopatia dolente laterocervicale anteriore ed assenza di tosse, ma nessuno di essi è specifico della faringotonsillite streptococcica. L’esame colturale da tampone faringeo rappresenta ancora oggi il gold standard per la diagnosi di faringotonsillite streptococcica, tuttavia, dal momento che esso richiede almeno 24 ore di tempo prima di fornire il risultato, negli ultimi decenni sono stati sviluppati dei test rapidi (RAD, rapid antigen detection test) in grado di identificare rapidamente la presenza dello SBEGA. Un’esatta diagnosi ed un adeguato trattamento della faringotonsillite streptococcica sono in grado di prevenire l’insorgenza di complicanze, quali la malattia reumatica e l’ascesso peritonsillare e di ridurre la morbilità della malattia. Al contrario, un errore diagnostico si traduce in un’inutile prescrizione antibiotica, con conseguente incremento dei costi della spesa sanitaria e possibile sviluppo di resistenze batteriche.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina