Ricerca avanzata

Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2013 Aprile;65(2) > Minerva Pediatrica 2013 Aprile;65(2):231-50

FASCICOLI E ARTICOLI   I PIÙ LETTI   eTOC

ULTIMO FASCICOLOMINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile

Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532

Periodicità: Bimestrale

ISSN 0026-4946

Online ISSN 1827-1715

 

Minerva Pediatrica 2013 Aprile;65(2):231-50

 REVIEW

La sordità infantile: lo screening uditivo neonatale universale, il percorso del paziente ipoacusico in età pediatrica

Martini A. 1, Marchisio P. 2, Bubbico L. 3, Trevisi P. 1, Perletti L. 4

1 Dipartimento di Neuroscienze e Organi di Senso UOC Otochirurgia e Cattedra di Audiologia Università di Padova, Padova, Italia;
2 Pediatria Prima Clinica, Università degli Studi di Milano, Fondazione IRCCS Ca’ Granda Ospedale Maggiore Policlinico, Milano, Italia;
3 Dipartimento di Scienze Biomediche Istituto Italiano di Medicina Sociale, Roma, Italia;
4 Commissione Nazionale per i Livelli Essenziali di Assistenza del Ministero della Salute Milano, Italia

Le più recenti acquisizioni scientifiche e tecnologiche hanno consentito di modificare, in modo molto favorevole, la storia naturale della sordità infantile. Lo screening uditivo neonatale universale con le otoemissioni permette di anticipare la diagnosi e di iniziare rapidamente il programma di riabilitazione che, nei casi di sordità grave o profonda, può richiedere l’impianto cocleare. Vengono affrontati gli aspetti organizzativi e gestionali degli interventi nel campo della sordità infantile, che ci vedono ancora in ritardo rispetto ad altri paesi europei, e in particolare le problematiche che più direttamente coinvolgono i pediatri-neonatologi ospedalieri e di famiglia.

lingua: Italiano


FULL TEXT  ESTRATTI

inizio pagina