Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2013 April;65(2) > Minerva Pediatrica 2013 April;65(2):213-7

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,764


eTOC

 

CASI CLINICI  


Minerva Pediatrica 2013 April;65(2):213-7

Copyright © 2013 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Metemoglobinemia neonatale transitoria causata da blocco del nervo pudendo nel parto con prilocaina: segnalazione di due casi

Uslu S. 1, Comert S. 2

1 Department of Pediatrics, Division of Neonatology, Sisli Children Hospital, Istanbul, Turkey and Neonatal Intensive Care Unit, Diyarbakir Children Hospital, Diyarbakir, Turkey; 2 Department of Pediatrics, Division of Neonatology, Sisli Children Hospital, Istanbul, Turkey


PDF  


Il presente articolo segnala due casi di metemoglobinemia neonatale transitoria causata dal blocco del nervo pudendo con prilocaina. Nel primo caso, un neonato a termine di due ore, di sesso maschile e del peso di 3100 grammi è stato ricoverato presso l’Unità di Terapia Intensiva Neonatale (UTIN) a causa di una cianosi centrale. Il neonato era stato partorito da una madre di 21 anni di età con parto vaginale spontaneo. La cianosi centrale non era accompagnata da distress respiratorio. La saturazione dell’ossigeno è stata registrata al 72% con pulsossimetria in aria ambiente e con ossigeno somministrato tramite maschera. La radiografia toracica, l’ecocardiografia e i riscontri di laboratorio rientravano tutti nella norma, eccetto un livello di metemoglobina del 28%. Non è stata individuata nessuna etiologia, fatta eccezione per la somministrazione di prilocaina alla madre durante il travaglio di parto. Nel secondo caso, un neonato a termine di sesso maschile di sei ore e del peso di 3300 grammi nato con parto vaginale spontaneo è stato ricoverato presso la UTIN a causa di una cianosi centrale. Il neonato presentava una cianosi centrale associata a distress respiratorio. La saturazione dell’ossigeno con pulsossimetria è stata registrata al 70% con ossigeno somministrato tramite maschera. Il livello di metemoglobina era del 42%. Il neonato è stato trattato con una singola dose di acido ascorbico per via endovenosa (300 mg/kg) alla quale ha risposto molto bene a 24 ore di vita. Non è stata individuata nessun’altra etiologia, fatta eccezione per il blocco del nervo pudendo durante il parto con prilocaina. Secondo gli autori, la prilocaina somministrata prima del parto per ottenere un’anestesia locale tramite il blocco del nervo pudendo potrebbe causare una metemoglobinemia neonatale transitoria. Tutti i neonati nati da madri che ricevono farmaci potenzialmente ossidanti come la prilocaina appena prima del parto devono essere attentamente monitorati per rilevare una possibile metemoglobinemia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

hsinanuslu@hotmail.com