Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2012 December;64(6) > Minerva Pediatrica 2012 December;64(6):557-65

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

  GASTROENTEROLOGIA ED EPATOLOGIA PEDIATRICA


Minerva Pediatrica 2012 December;64(6):557-65

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Morbo celiaco. “Biopsia o non biopsia? Questo è il dilemma!”

Mones R. L.

Department of Pediatrics, Columbia College of Physicians and Surgeons, Harlem Hospital Center, New York, NY, USA


PDF  


Nel corso degli ultimi 50 anni sono stati compiuti importanti progressi nell’ambito del morbo celiaco (MC), che ci hanno consentito di comprendere meglio la patogenesi, lo spettro clinico e il trattamento. Significativi sviluppi sono stati compiuti nell’ambito della tecnologia per la diagnosi del MC. Finora, lo standard di riferimento utilizzato per diagnosticare il MC è stato rappresentato dalla biopsia dell’intestino tenue. La Società Europea di Gastroenterologia, epatologia e nutrizione pediatrica ha recentemente pubblicato delle linee guida, nelle quali viene affermato che alcuni pazienti non necessitano della biopsia ai fini della diagnosi. La presente review ripercorre la storia dell’MC con una particolare attenzione allo sviluppo della tecnologia coinvolta nel settore. Viene inoltre discussa la domanda se sia necessario effettuare o meno la biopsia.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

rmones1068@aol.com