Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2012 Agosto;64(4) > Minerva Pediatrica 2012 Agosto;64(4):371-6

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2012 Agosto;64(4):371-6

lingua: Inglese

Valutazione dei rischi legati agli articoli da cancelleria nelle vie aeree superiori in età pediatrica

Foltran F. 1, Caruso G. 2, Gregori D. 3, Pitkäranta A. 4, Slapak I. 5, Jakubíková J. 6, Passali G. C. 7, Bellussi L. 2, Passali D. 2

1 Department of Surgery, University of Pisa, Pisa, Italy;
2 Ear, Nose, and Throat Clinic, Policlinico Le Scotte, University of Siena, Siena, Italy;
3 Department of Environmental Medicine and Public Health, University of Padua, Padua, Italy;
4 Helsinki University Central Hospital,Helsinki, Finland;
5 Pediatric Ear, Nose, and Throat Department, Children University Hospital, Brno, Czech Republic;
6 Pediatric Otolaryngology Department, Medical Faculty of Comenius University, Bratislava, Czech Republic;
7 Ear, Nose, and Throat Clinic, , Policlinico A. Gemelli, Catholic University of the Sacred Heart, Rome, Italy


PDF  


Obiettivi. L’obiettivo del presente studio è quello di caratterizzare il rischio di complicanze e di ospedalizzazione prolungata a causa di articoli da cancelleria, per età e sesso dei pazienti, in base alle caratteristiche e all’ubicazione del corpo estraneo, circostanze dell’incidente, come emerge dallo studio ESFBI.
Metodi. Uno studio retrospettivo in grandi ospedali di 19 paesi Europei è stato realizzato su bambini di età compresa tra 0-14 che hanno inalato / aspirato o ingerito un corpo estraneo. Nel periodo 2000-2003 un totale di 2.094 infortuni da corpo estraneo si sono verificati nei bambini di età compresa tra 0-14 anni. Le caratteristiche del bambino, la consistenza del corpo estraneo e l’insorgenza di complicanze sono stati analizzati.
Risultati. Tra gli infortuni legati a corpi estranei, 62 (3%) sono stati causati da un articolo di cancelleria: 32 erano dovute a oggetti inseriti nelle orecchie, mentre 30 nella parte superiore o inferiore del tratto respiratorio. Gli oggetti più frequentemente coinvolti sono parti di penne in bambini di età inferiore ai 3 anni e gomma da cancellare in bimbi più grandi. Per il 39% dei bambini è stato necessario il ricovero. La complicanza più documentata è l’infiammazione dell’orecchio esterno. Quasi il 24% degli infortuni è accaduto sotto sorveglianza di adulti.
Conclusioni. Gli infortuni sono eventi che in molti casi possono essere prevenuti con opportune strategie. strategie esterne: compresa la modifica del prodotto da parte dei produttori, sono i più efficaci. Il nostro studio dimostra che gli oggetti da cancelleria sono coinvolti in una percentuale non trascurabile di lesioni da corpo estraneo. Questo studio inoltre conferma il fatto che le sole strategie preventive non sono sufficienti e che dovrebbero essere prese in considerazione, da parte dei pediatri di famiglia, anche strategie attive atte a promuovere un cambiamento dei comportamenti e fornite ai genitori informazioni accurate ed aggiornate su questa tematica.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

d.passali@virgilio.it