Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2012 Giugno;64(3) > Minerva Pediatrica 2012 Giugno;64(3):307-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,532


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2012 Giugno;64(3):307-12

lingua: Inglese

Peptide natriuretico cerebrale quale biomarcatore di cardiotossicità in bambini affetti da malignità ematologiche

Tragiannidis A. 1, Dokos C. 1, Tsotoulidou V. 1, Giannopoulos A. 1, Pana Z.-D. 1, Papageorgiou T. 1, Karamouzis M. 2, Athanassiadou F. 1

1 Second Pediatric Department, Aristotle University of Thessaloniki, AHEPA Hospital, Thessaloniki, Greece;
2 Laboratory of Clinical Chemistry, Aristotle University of Thessaloniki, AHEPA Hospital, Thessaloniki, Greece


PDF  


Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di valutare il peptide natriuretico cerebrale (BNP) quale biomarcatore di cardiotossicità iniziale dopo il completamento della chemioterapia in venti pazienti pediatrici affetti da malignità ematologiche alla diagnosi (t=0) e dopo il completamento della chemioterapia intensiva (t=1).
Metodi. Dati demografici, patologia soggiacente, dose cumulativa di antracicline, misurazione del BNP sierico e valutazione della funzione sistolica del ventricolo sinistro con frazione di eiezione (EF) e frazione di accorciamento (FS) in entrambi i tempi. Valori patologici per l’EF e la FS sono stati rilevati in 4 (20%) e 1 (5%) pazienti a t=1, mentre i rispettivi valori erano normali alla diagnosi.
Risultati. I valori medi del BNP a t=0 erano 59,09±19,95 pg/ml e differivano in maniera significativa dai valori a t=1 (153,22±29,14 pg/ml) (P=0,04). Anche il valore medio dell’EF differiva in maniera significativa (75,42±4,11% vs. 69,87±10,51%, P=0,04). Non è stata rilevata alcuna differenza statistica riguardo ai valori FS ad entrambi (P=0,102).
Conclusioni. I dati attuali indicano che la cardiotossicità correlata alle antracicline è registrata nei bambini con malignità ematologiche e il BNP rappresenta un utile biomarcatore della disfunzione del miocardio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

atriagia@auth.gr