Home > Riviste > Minerva Pediatrica > Fascicoli precedenti > Minerva Pediatrica 2012 June;64(3) > Minerva Pediatrica 2012 June;64(3):307-12

ULTIMO FASCICOLO
 

ARTICLE TOOLS

Estratti

MINERVA PEDIATRICA

Rivista di Pediatria, Neonatologia, Medicina dell’Adolescenza
e Neuropsichiatria Infantile


Indexed/Abstracted in: CAB, EMBASE, PubMed/MEDLINE, Science Citation Index Expanded (SciSearch), Scopus
Impact Factor 0,764


eTOC

 

ARTICOLI ORIGINALI  


Minerva Pediatrica 2012 June;64(3):307-12

Copyright © 2012 EDIZIONI MINERVA MEDICA

lingua: Inglese

Peptide natriuretico cerebrale quale biomarcatore di cardiotossicità in bambini affetti da malignità ematologiche

Tragiannidis A. 1, Dokos C. 1, Tsotoulidou V. 1, Giannopoulos A. 1, Pana Z. D. 1, Papageorgiou T. 1, Karamouzis M. 2, Athanassiadou F. 1

1 Second Pediatric Department, Aristotle University of Thessaloniki, AHEPA Hospital, Thessaloniki, Greece; 2 Laboratory of Clinical Chemistry, Aristotle University of Thessaloniki, AHEPA Hospital, Thessaloniki, Greece


PDF  


Obiettivo. Obiettivo del presente studio è stato quello di valutare il peptide natriuretico cerebrale (BNP) quale biomarcatore di cardiotossicità iniziale dopo il completamento della chemioterapia in venti pazienti pediatrici affetti da malignità ematologiche alla diagnosi (t=0) e dopo il completamento della chemioterapia intensiva (t=1).
Metodi. Dati demografici, patologia soggiacente, dose cumulativa di antracicline, misurazione del BNP sierico e valutazione della funzione sistolica del ventricolo sinistro con frazione di eiezione (EF) e frazione di accorciamento (FS) in entrambi i tempi. Valori patologici per l’EF e la FS sono stati rilevati in 4 (20%) e 1 (5%) pazienti a t=1, mentre i rispettivi valori erano normali alla diagnosi.
Risultati. I valori medi del BNP a t=0 erano 59,09±19,95 pg/ml e differivano in maniera significativa dai valori a t=1 (153,22±29,14 pg/ml) (P=0,04). Anche il valore medio dell’EF differiva in maniera significativa (75,42±4,11% vs. 69,87±10,51%, P=0,04). Non è stata rilevata alcuna differenza statistica riguardo ai valori FS ad entrambi (P=0,102).
Conclusioni. I dati attuali indicano che la cardiotossicità correlata alle antracicline è registrata nei bambini con malignità ematologiche e il BNP rappresenta un utile biomarcatore della disfunzione del miocardio.

inizio pagina

Publication History

Per citare questo articolo

Corresponding author e-mail

atriagia@auth.gr